Koulibaly: “La Champions è un obiettivo troppo importante. Balo? Tutti lo conoscono, ma dobbiamo pensare a noi”

Maurizio Sarri e Kalidou Koulibaly hanno parlato alla vigilia della sfida tra Nizza e Napoli, che si disputerà domani sera alle 20:45 all’Allianz Riviera

Maurizio Sarri e Kalidou Koulibaly hanno parlato alla vigilia della sfida tra Nizza e Napoli, che si disputerà domani sera alle 20:45 all’Allianz Riviera. Il primo a parlare è stato il difensore senegalese.

Kalidou, domani ci sarà un elemento nuovo, la presenza di Sneijder e Balotelli.
“Sono due giocatori con tanta esperienza e talento, ma per noi non cambia nulla. Cercheremo di fare una grandissima partita, giocando il nostro calcio offensivo”.

Il risultato dell’andata consente ancora una eliminazione del Napoli?
“Nel calcio nulla è detto e tutto può succedere, ma noi saremo concentrati per vincere. La Champions per noi è un obiettivo importante”.

Aver vinto 2-0 all’andata 11 contro 9 negli ultimi minuti è un rimpianto per non aver fatto il terzo gol?
“Abbiamo fatto una buona partita, ed è un peccato non aver segnato, ma nessun rimpianto da parte nostra. Conta la partita di domani per noi”.

Quanto è importante aver lasciato così poco agli avversari nelle prime due partite ufficiali?
“Per noi è molto importante la fase difensiva. L’anno scorso abbiamo perso qualche punto per aver preso qualche gol di troppo. Quest’anno siamo concentrati sul subire meno gol per lasciare anche gli attaccanti più tranquilli. Tutta la squadra è unita per aiutarci e lo si vede sul campo. Proviamo a fare meno errori possibili per subire meno gol”.

Tornando a Balotelli, sei preoccupato del fatto che domani giochi una gara importante per la Nazionale e che giudizio dai su di lui?
“Tutti conoscono Balotelli. E’ un giocatore molto forte, ma noi dobbiamo essere concentrati su di noi. Giocherà una partita importante, ma lo faremo anche noi. E faremo di tutto per non fargli far gol, così come a tutto il Nizza”.

Dal punto di vista della condizione, rispetto all’andata come state?
“Abbiamo lavorato molto bene nel precampionato.E’ stata dura, ma il mister e lo staff hanno avuto ragione e lo si è visto nella prima partita. Non abbiamo mollato nulla. E domani vedremo lo stesso Napoli di sempre”.

Come hai visto Mertens?
“Ho parlato con lui. Aveva un piccolo fastidio, ma niente di che. Penso che sarà della partita, ma le scelte sono del mister”.

Rappresenta qualcosa di particolare per te questa partita, avendo esordito in Francia?
“Sì, è vero. Ma siamo tutti professionisti. La mia carriera però è decollata in Italia. E io sto bene a Napoli. Per me domani sarà fondamentale la vittoria”.

I primi 15′ saranno il momento più caldo della sfida?
“No, tutta la partita lo sarà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *