Juventus schiacciasassi: 4-1 all’Atalanta a Bergamo

di Michele Longobardi

 

Nona vittoria consecutiva, Juve inarrestabile.

La Juventus non ha freni, vince la nona partita consecutiva rifilandone quattro all’Atalanta, che non vince in casa sua contro i bianconeri dal 2001. Buffon subisce gol dopo 744 minuti di imbattibilità, a infrangere il record è Moralez.

Al 6′ la Juve è subito in vantaggio, Tevez difende palla col corpo e batte Consigli con un diagonale dal limite; undicesimo gol in campionato per l’argentino. La Juve si schiaccia un po’ e l’Atalanta approfitta dello sbandamento difensivo di Asamoah e Pogba, al 14′ Bonaventura è travolgente sulla fascia e mette la palla dietro su Moralez, è 1-1.

Dal 15′ al 25′ l’Atalanta mette sotto pressione la difesa bianconera che regge molto bene. Al 31′ Tevez non arriva su una sponda di Pogba e al 41′ si divora un gol lanciato a rete dal centrocampista francese. Il primo tempo ha visto una Juve eccessivamente leziosa che non va al tiro tentando di entrare in porta con trame complesse.

Nel secondo tempo la Juve ha un altro piglio, più deciso e pragmatico, ma sempre di qualità. Dopo soli 58 secondi, la Juve è di nuovo in vantaggio, Asamoah mette palla al centro dalla sinistra, Llorente fa un tocco delizioso per Pogba che batte Consigli con estrema facilità, è il quinto gol per lui. Marchisio prova da fuori al 20′, ma la palla termina alta.

Colantuono mette in campo Cazzola e Livaja e schiera un formazione più spregiudicata per provare ad acciuffare il pareggio. La mossa non porta risultati, anzi, peggiora la situazione. Al 29′ Chiellini prende palla e si fa 30-40 metri di campo, pallone per Llorente che dribbla secco Migliaccio e segna il 3-1. Pochi minuti dopo, al 33′, arriva anche il quarto gol con Vidal che mette in rete su cross basso di Lichtsteiner.

Juve che rimane a +5 sulla Roma, il campionato riprenderà a gennaio proprio con il big match tra gli uomini di Conte e quelli di Garcia.

 

22 dicembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *