Juventus-Lazio 1-1: semifinale ancora in bilico, si decide tutto tra una settimana

La Juventus passa in vantaggio ma non chiude la partita nonostante le tante occasioni da gol e a pochi minuti dalla fine arriva la beffa.

Juventus ancora una volta costretta ad un forte turn over, non solo per la natura della competizione ma a causa di infortunati ed acciaccati. In difesa c’è Marrone insieme a Bonucci – che poi abbandonerà il campo per un fastidio da valutare, per dare spazio a Caceres – e Barzagli, a centrocampo Pogba è assistito da Marchisio e dal redivivo Vidal, sulle fasce Isla e Peluso, in avanti Matri supportato da Giaccherini, vista la penuria attuale nell’attacco bianconero. La Lazio deve fare a meno di Miroslav Klose e schiera Floccari supportato da Mauri, in difesa ci sono Ciani e Biava, mentre a centrocampo Hernanes e Ledesma, con Cavanda che agisce sulla sinistra.

La Juventus comincia forte e dopo 40 secondi mette Marchisio quasi davanti a Marchetti ma la palla di Matri non è pulitissima e l’azione sfuma con la parata del portiere laziale. La partita è vivace e a sprazzi divertente ma non presenta tantissime occasioni da rete. La Lazio si vede dopo circa 20 minuti di gioco, quando la Juve ha un leggero calo. L’azione più pericolosa dei biancocelesti è un regalo di Marrone che tocca un pallone proveniente dalla sinistra spiazzando Storari, sta per appoggiare in porta Mauri, ma Barzagli compie un intervento decisivo.

Il secondo tempo è decisamente più ricco di occasioni da gol, come quella che capita sui piedi di Matri che tira al volo di piatto su un assist precisissimo di Marrone, Marchetti vola e mette in angolo. Al 63′ la Juve passa in vantaggio con un colpo di testa di Peluso che stacca in modo imperioso e batte un impotente Marchetti. La Juventus prende in mano totalmente il pallino del gioco ma non concretizza le palle gol che gli capitano.

Matri dopo essersi liberato di un avversario spara fuori all’nterno dell’area di rigore, ma è Vidal ad avere le palle gol più ghiotte. Matri lo lancia a tu per tu col portiere ma il suo tiro di esterno destro ad anticipare la giocata finisce sul palo, sull’azione conseguente Barzagli crossa e trova ancora il cileno che di piatto non trova la porta da buonissima posizione. Il centrocampista bianconero ci riprova qualche minuto più tardi con un colpo di testa in controtempo, ormai sembra fatta ma Marchetti compie un miracolo togliendo la palla dalla linea di porta.

Al minuto 85 arriva la beffa, da calcio d’angolo la palla viene spizzata e recapitata su Mauri che batte uno Storari poco attento, è il gol del pareggio, gol pesante perché fatto fuori casa. Nei minuti finali la Juve prova qualche uscita offensiva ma non produce molto, la partita termina per 1-1. Risultato che va stretto alla Juve e che lascia apertissimo il discorso qualificazione. La partita di ritorno si giocherà all’Olimpico di Roma il 29 gennaio.

 

Michele Longobardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *