italian Teacher Prize

Italian Teacher Prize, Premio Nazionale degli Insegnanti: la Campania gareggia con due candidati!

Dei 50 candidato per l’Italian Teacher Prize, Premio Nazionale degli Insegnanti, due insegnanti sono docenti in Campania.

Sono 50 i finalisti del Premio Nazionale degli Insegnanti lanciato il 29 maggio scorso dal ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Sono 26 donne e 24 uomini i candidati alla vittoria finale dell’Italian Teacher Prize.

Il vincitore riceverà un premio di 50mila euro. Altri quattro riceveranno 30mila euro ciascuno. I premi verranno assegnati alle scuole dei docenti vincitori per la realizzazione delle attività e dei progetti promossi e coordinati dai premiati.

Le regioni più rappresentate sono la Lombardia, il Lazio e la Toscana con 6 docenti. Seguono Emilia Romagna e Puglia con 4 insegnanti. La Campania partecipa con due docenti, che sono: Consolata Maria Franco (Istituto Penale Minorile – Nisida) e Sabrina Innocenti (Liceo Ginnasio Statale Umberto I – Napoli).

I docenti avevano tempo fino al 18 ottobre per candidarsi. Undici mila sono stati gli insegnanti che hanno partecipato alla selezione. Molti, più della metà, sono stati indicati dai propri alunni, dalle famiglie o da persone che fanno parte della loro comunità scolastica. Tra i 50 finalisti, il più giovane candidato ha 28 anni, il più anziano 66.

L’Italian Teacher Prize intende celebrare gli insegnanti italiani e sensibilizzare l’intera comunità sul fondamentale ruolo che essi svolgono all’interno della nostra società. Attraverso il Premio, il MIUR e la Varkey Foundation intendono promuovere i docenti che rappresentano una fonte di ispirazione per i loro studenti, favorendone la crescita come cittadini attivi, e che promuovono un cambiamento positivo nelle loro comunità di appartenenza.