Ispettori del lavoro in piazza contro le aggressioni ai loro danni

Dopo le continue aggressioni ai loro danni, gli ispettori del lavoro scendono in piazza per protestare

Gli ispettori del lavoro sono scesi in piazza a Napoli per chiedere più sicurezza, delle garanzie economiche e delle normative che possano rendere il loro lavoro maggiormente tutelato.  Il Coordinatore Nazionale Ugl-Intesa Nicoletta Morgia ha dichiarato: “La necessità delle nostre richieste è nata all’indomani del suicidio del commerciante di Casalnuovo che ha scatenato un’escalation di violenza degli esercenti nei confronti degli ispettori del lavoro. A Milano, Bari, Napoli, un po’ ovunque si sono registrate aggressioni e intimidazioni nei confronti di chi non fa altro che applicare leggi fatte dalla politica“.

La Morgia chiede, inoltre, che venga istituito un numero dedicato per gli addetti all’attività di vigilanza e aggiunge: “Rivendichiamo anche l’aspetto economico con un’indennità di funzione e di polizia giudiziaria“.