Inter-Napoli, audio choc di un tifoso azzurro sugli scontri: “Li abbiamo uccisi”

Una vera e propria guerra tra sostenitori partenopei e nerazzurri nel racconto di un tifoso napoletano.

Un messaggio vocale riporterebbe il racconto dei concitati momenti che hanno visto il combattimento tra le due tifoserie.

“Li abbiamo uccisi. Sono scese 200 persone e le abbiamo picchiate. Ne abbiamo investiti 4-5 con l’auto e siamo scesi con le mazze di ferro”. Sono le frasi choc mandate in onda da ‘Canale 21’, una nota vocale riconducibile a un tifoso del Napoli che ha preso parte agli scontri coi tifosi nerazzurri prima di Inter-Napoli disputata mercoledì sera a San Siro. “Hanno fermato tutti e hanno sequestrato dalle nostre auto picconi, mazze di legno, manganelli e tirapugni… è un peccato perché ci sono tante persone ferite sia dei nostri che dei loro -prosegue l’audio-. A loro però è andata peggio perché ne abbiamo feriti gravemente 6-7. Ci sono 4 accoltellati, uno di Napoli e tre di Milano. C’è confusione. La polizia ci ha fermato ed ha bloccato il traffico. Ora stanno controllando i feriti interisti, 5-6 sono molto gravi, uno è morto”.

La morte di Daniele Belardinelli

“Noi stavamo attaccando di nuovo 3-4 interisti quando ci siamo accorti che tra di noi c’era un loro amico morto. Allora ci hanno chiesto una tregua. Hanno spostato il morto e ci hanno applaudito per il gesto. Dopodiché abbiamo ripreso lo scontro”, conclude il tifoso napoletano riferendosi a Daniele Belardinelli l’ultras nerazzurro investito da un van.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *