Inquinamento fiume Sarno, il ministro Costa attiva il Noe

Sono già partite le indagini per individuare il responsabile.

Sono già partite le indagini per individuare il responsabile

Al primo giorno di allentamento dei divieti e di riapertura delle aziende sono ricominciati gli sversamenti. In tantissimi mi avete mandato queste foto e video, e vi ringrazio: l’ho sempre detto che sono i cittadini le sentinelle del territorio. Per questo, anche grazie alle vostre segnalazioni, subito ho attivato i Carabinieri del Noe per controlli e indagini in zona, indagini prontamente partite. Confermo quindi che tutti gli enti predisposti sono sul posto per controllare e per individuare il colpevole“. Lo ha scritto sui social il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, parlando dell’inquinamento del fiume Sarno dopo i giorni del lockdown.

Come vi ho raccontato, in questo periodo di quarantena abbiamo monitorato, anche grazie all’attività dei Carabinieri e della Guardia Costiera, che ringrazio, lo stato delle acque – ha aggiunto – e non possiamo tollerare che gente senza scrupoli riporti inquinamento e devastazione laddove la Natura stava riprendendo i suoi spazi“. “Dobbiamo lavorare ventre a terra per far sì che il Post-Covid sia diverso“, conclude il ministro dell’Ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *