Indipendentisti querelano il segretario della Lega Matteo Salvini

Ferdinando Ambrosio e Nicola Terlizzi, i due indipendentisti fermati per aver esposto una bandiera del Regno delle Due Sicilie, hanno sporto denuncia contro Matteo Salvini, leader della Lega Nord

Indipendentisti alla riscossa. Dopo la nota vicenda che ha visti coinvolti Ferdinando Ambrosio e Nicola Terlizzi, fermati e denunciati dalla Digos per aver esposto una bandiera delle Due Sicilie in occasione della marcia storica dei bersaglieri, gli indipendentisti hanno deciso di sporgere querela contro Matteo Salvini, segretario della Lega Nord. Terlizzi e Ambrosio contestano a Salvini l’accusa di razzismo per il noto video che gira su Youtube e che ritrae lo stesso Salvini intento a scandire cori contro i meridionali.

Qui il video “incriminato” in cui Salvini intona cori anti-meridionali

Il testo della querela: “Le dichiarazioni di Matteo Salvini hanno rilevanza penale”

I due indipendentisti, assistiti dall’avvocato Sergio Pisani, hanno presentato stamattina formale denuncia alla procura della Repubblica. Nel testo della denuncia si legge: “ Tali condotte – riferito ai cori scanditi da Salvini – assumono, anche in virtù della carica istituzionale rivestita dall’autore, una indubbia rilevanza penale”.

 altAmMy2Royy9sD_pX5IDHg0MC9erIpiXOcegAQKw2twVTu

I due indipendentisti: “un video vergognoso, con l’avvocato Pisani una unione di intenti e di pensieri”

“ Quando siamo andati dall’avvocato Pisani – racconta Nicola Terlizzi – abbiamo avuto l’idea di mostrare al nostro legale il video vergognoso che circola su Youtube da tempo, manifestando la volontà di denunciare l’autore. Sentire offese del genere – continua Terlizzi – da parte di uno che dovrebbe fare leggi e decidere sulla vita di tante persone rafforza ancora di più il convincimento che ho espresso quando siamo stati fermati dalla Digos. Io non mi sento italiano”. Sullo stesso tono le dichiarazioni di Ambrosio che spiega così la scelta di avvalersi dell’assistenza del noto penalista Sergio Pisani: “Sergio Pisani – spiega Ambrosio – ha già denunciato una leghista che aveva offeso i meridionali inneggiando all’eruzione dell’Etna, del Vesuvio e del Marsili. Con l’avvocato Pisani abbiamo trovato una unione di intenti e di pensieri e speriamo che continui ad assisterci. Voglio sottolineare che, sebbene Pisani sia uno dei professionisti più affermati di Napoli, ha deciso di patrocinare la nostra causa a titolo del tutto gratuito. La nostra – conclude Ambrosio – è una battaglia ideologica che combattiamo contro chi per secoli ha fatto politica sputando fango sui meridionali”.