Inaugurazione della Pista ciclabile a Napoli. Vedi video progetto

NAPOLI: PARTE LA REALIZZAZIONE DELLA PISTA CICLABILE

VEDI VIDEO PROGETTO

di Oscar De Simone
Inaugurazione della prima pista ciclabile aa Napoli questa mattina in viale Kennedy con il Sindaco Luigi De Magistris, il Vicesindaco Tommaso Sodano, l’Assessore allo Sport e Politiche Giovanili Pina Tommasielli e l’Assessore alla Mobilità Donati (vedi intervista). Presenti anche il Presidente della Commissione Ambiente Carmine Attanasio ed il Presidente della Decima Municipalità Giorgio De Francesco da noi intervistati.

Un percorso di 20 km che partirà da Bagnoli ed arriverà a Piazza Garibaldi. Costo complessivo dell’opera circa un milione e 200mila euro. L’Amministrazione, come si legge sul sito del Comune. ha voluto dare il via ad un progetto appaltato nella scorsa primavera. L’obiettivo è quello di creare, anche attraverso successivi interventi, una rete della mobilità sostenibile in città, integrando le diverse tipologie di trasporto pubblico, come le metropolitane, le funicolari ed i tram, favorendo chi utilizza la bicicletta come mezzo di spostamento cittadino.

Il presidente della commissione ambiente del Comune di Napoli Carmine Attanasio ed il consigliere comunale Carmine Schiano hanno presenziato stamani all’inaugurazione dei lavori per la realizzazione della prima pista ciclabile della nostra città. Attanasio e Schiano, che dall’inizio della consiliatura chiedono la realizzazione di parcheggi custoditi per biciclette normali ed elettriche, si dicono felici per l’iniziativa che avvia una fase nuova della città rappresentata dalla concretizzazione di quella eco-sostenibilità da sempre invocata ma mai realizzata. In particolare Carmine Attanasio ricorda il suo impegno per la mobilità ciclistica in città:

“E’ passato del tempo da quando nel secolo scorso feci inserire nel bilancio comunale la cifra di cinquecento milioni delle vecchie lire per la realizzazione di parcheggi custoditi per biciclette e motorini elettrici” – ci ricorda il presidente Attanasio –  “oggi devo ribadire la necessità, già espressa allora e in tutti questi anni, che bisogna dotarsi di parcheggi custoditi con rastrellerie e punti di ricarica di energia elettica considerato che Napoli non è Parigi e che i napoletani cominceranno a girare in massa in bicicletta solo quando avranno la tranquillità e la certezza di ritrovarla dove l’hanno lasciata. Un abbonamento minimo di 10 euro mensili per parcheggiare la bici su dieci parcheggi custoditi da realizzare lungo il percorso della pista ciclabile, sarebbero pagati ben volentieri da chi vuole contribuire a rendere Napoli una verà città eco-sostenibile”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *