In Campania rubati e sequestrati prosciutti, caffè e cioccolatini

Stamane tra Napoli, Lodi e Nola, sono stati rubati e sequestrati 56 prosciutti, 20 confezioni di caffè e un milione e mezzo di euro di cioccolato Lindt.

Sono giorni di furti e sequestri di alimentari in Campania. Stamane due importanti sequestri e arresti al CIS di Nola e a Napoli in via Nicolardi. Per quanto riguarda il secondo reato, il furto è stato realizzato con scasso in un supermercato, dal quale sono stati sottratti 56 prosciutti di Parma e 20 confezioni di caffè.

Ladri di alimentari

I militari dell’Arma dei Carabinieri hanno notato tre uomini che con circospezione scaricavano da due auto, una Fiat Punto e una Renault Twingo, la refurtiva e si sono insospettiti. Dopo un controllo coordinato con la Centrale operativa del Comando provinciale è scattato l’arresto e la restituzione della merce e di una delle due auto ai legittimi proprietari. I pregiudicati Guglielmo Esposito, Marco Corona e Mario Capuozzo sono stati arrestati per il reato di furto aggravato.

Cioccolato, prosciutti, caffè

Il primo reato ha invece coinvolto l’Interporto di Nola, la Lindt S.p.A., la Procura della Repubblica e il Tribunale di Lodi, i militari dell’Arma dei carabinieri di Lodi e Nola. Grazie alla collaborazione di tutti l’azienda svizzera ha potuto recuperare 50 tonnellate di cioccolatini, ovvero parte di un carico di 260 tonnellate rubato all’inizio dell’anno 2014. Il valore dell’intera refurtiva recuperata in favore della Lindt corrispondeva a 100 europallet di prodotto pari a un valore di un milione e mezzo di euro.