Immigrazione: fermato scafista a Ischia per sbarco Pantelleria

Fermato tunisino perché ritenuto lo scafista di un gommone con a bordo 2 connazionali che fece sbarcare a Pantelleria dicendo di essere arrivati in Sicilia

Un tunisino di 48 anni è stato fermato ad Ischia (Napoli) perché ritenuto lo scafista di un gommone con a bordo due connazionali, che fece sbarcare il 7 luglio scorso a Pantelleria dicendo loro di essere arrivati in Sicilia. I due passeggeri, che avevano pagato per il viaggio circa 2.000 euro ciascuno, furono rintracciati dopo un paio di giorni.

 

Immigrazione: fermato scafista, era il primo viaggio organizzato dall’uomo

Secondo quanto accertato quello era il primo viaggio organizzato dall’uomo, non ritenuto dagli investigatori legato a una organizzazione, che avrebbe voluto iniziare un’attività di scafista dalla Tunisia procurandosi un gommone più capiente. Il fermo risalente al 7 agosto scorso, ma reso noto solamente stamane, è stato operato dalla Guardia di finanza di Marsala in collaborazione con i colleghi di Ischia. L’uomo è indiziato del delitto di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina per aver organizzato e condotto come scafista un gommone dalle coste tunisine a Pantelleria.Il provvedimento è stato emesso dalla Procura di Marsala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *