Immigrato ferito a Napoli: “Sparavano e ridevano”

Immigrato ferito a Napoli due notti fa da sconosciuti che, da un’auto in corsa, gli hanno esploso contro dei piombini con un fucile ad aria compressa

Un giovane richiedente asilo del Mali, Konaté Bouyagui, 22 anni, è stato ferito due notti fa a Napoli da sconosciuti che, da un’auto in corsa, gli hanno esploso contro dei piombini con un fucile ad aria compressa.

Immigrato ferito a Napoli: il racconto della vittima

Sparavano e ridevano“, ha raccontato la vittima alla polizia secondo quanto riferito da alcuni quotidiani locali. Bouyagui, chef in un ristorante multietnico a Napoli, è stato ferito all’addome, medicato in ospedale e dimesso con 10 giorni di prognosi. “In un clima sempre più caratterizzato da tensioni e intolleranza, condanniamo questo episodio di violenza e ci auguriamo che i responsabili vengano individuati senza esitazioni” afferma Felipe Camargo, rappresentante dell’Unhcr, l’Agenzia Onu per i rifugiati, per il Sud Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *