Il tentativo di conciliazione nelle controversie bancarie: la proposta del mediatore nell'orientamento del Tribunale di Napoli Nord

Il tentativo di conciliazione nelle controversie bancarie: la proposta del mediatore nell’orientamento del Tribunale di Napoli Nord

Presso l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli Nord, prosegue un ciclo di incontri dedicati al ruolo del professionista nella divulgazione e nell’utilizzo consapevole degli strumenti alternativi di risoluzione delle controversie.
Il rapporto tra banche ed utenti è tra i contesti economici che generano il maggior numero di contenziosi. La mediazione è uno degli strumenti utilizzabili per risolvere questo contenzioso, utile anche dopo l’avvio del giudizio. Particolare rilievo assume in questo caso l’interrelazione tra il magistrato titolare del giudizio ed il mediatore chiamato ad amministrare il tentativo di conciliazione. Utile inoltre risulta la competenza tecnica del dottore commercialista nella valutazione dei contrapposti interessi delle parti.
Il 19 novembre prossimo Antonio Tuccillo – Presidente dell’ODCEC Napoli Nord, e Francesco Corbello – Segretario dello stesso Ordine, faranno gli onori di casa ad un convegno dedicato appunto a questo tema e che vedrà l’autorevole partecipazione del dott Salvatore Arminio Rabuano – p.te della III sezione civile del locale tribunale, e dell’Avv. Silvia Lodi, responsabile del contenzioso di Banca IFIS – uno dei principali operatori nella gestione dei NPL (crediti in sofferenza).

A moderare gli interventi penserà Luigi Nicchio, commercialista ed esperto mediatore, mentre a rappresentare il punto di vista dei mediatori saranno Massimo Corvino – p.te della commissione ADR dell’Ordine dei Commercialisti, e Giuseppe Raimondo – responsabile dell’Organismo di mediazione dell’Ordine dei Commercialisti di Napoli Nord.

Il convegno si terrà presso la sala convegni dell’Ordine dei Dottori Commercialisti – Via Diaz 89 Aversa, dalle 15,00 alle 19,00 di martedì 19 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *