Il “profeta” Enrico Mentana anticipa i “gonzi”

L’Italia come la Condordia? Non fatelo sapere a “Chicco”

di Antony Simone e Martina d’Albero

“Vediamo chi sarà il primo gonzo, politico o giornalista, a usare la Costa Concordia come allegoria, per frasi geniali tipo “ora raddrizziamo la nave Italia”.
Enrico Mentana – Direttore del Tg dell’emittente La7 – scrive questa frase e prevede il rischio di banali giochi di parole e scontati riferimenti, in merito alla questione del recupero del relitto della nave naufragata quasi due anni fa al largo delle coste del Giglio.
Solo pochi minuti dopo il post sul profilo del noto giornalista ecco la prima “vittima” della facile metafora; Roberto Saviano. Lo scrittore infatti, alludendo agli interventi di ribaltamento della Concordia scrive: “Dietro la morbosità dei media nell’osservare le operazioni all’isola del Giglio, forse, c’è qualcosa di più profondo della speculazione sul disastro celebre. Sembra muoversi un impronunciabile sogno da subcosciente: se si raddrizza la nave, simbolo di un paese alla deriva che lentamente affonda, c’è speranza magari che si raddrizzi l’Italia e che torni a galleggiare”.
Ma a quanto pare Saviano non è il solo ad essere caduto nella trappola dei giochi di parole, anche l’ex Premier Mario Monti infatti, ha detto la sua da Myrta Merlino: “C’è qualcosa di vero, ma con una differenza fondamentale: proprio nel periodo in cui la Concordia ha fatto la fine che ha fatto l’Italia viaggiava nello stesso modo e il naufragio dell’Italia è stato possibile evitarlo con lo sforzo di tutti e con misure molto precise. Non occorre rimettere l’Italia in rotta, però l’Italia va spinta a crescere e da questo punto di vista un po’ di concordia è sicuramente necessaria”.
Si può solo sperare ora, che nessun altro – giornalista o politico – faccia riferimento alla Concordia per descrivere la situazione Italiana che certamente non necessita di pochi interventi per essere “tirata su”.

Concordia Mentana Saviano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *