Il Papa e i casertani, un po’ di Campania nell’udienza del mercoledì

All’udienza del mercoledì, il Papa scherza bonariamente sull’euforia dei casertani

di Emanuele La Veglia

Tutti i mercoledì dell’anno il Santo Padre tiene un’ udienza generale durante la quale saluta in varie lingue i gruppi di pellegrini presenti e impartisce a tutti la sua benedizione.

L’udienza ha luogo appunto ogni mercoledì alle ore 10:30 all’ interno dell’Aula Paolo VI (Sala Nervi) (Loppure, a seconda dell’afflusso di fedeli, nella Basilica di San Pietro o in Piazza San Pietro. In estate invece, quando il Santo Padre si trasferisce nella sua residenza estiva, le udienze pubbliche si tengono a Castel Gandolfo.

A quella di stamattina hanno partecipato oltre cento ragusani, tramite l’Associazione dei Ragusani nel Mondo: professionisti, impiegati, giovani, rappresentanti della stampa siciliana e altri cittadini dopo che una delegazione della stessa associazione aveva avuto nel dicembre del 2000 con l’allora Arcivescovo Bergoglio a Buenos Aires.

Insieme a questi anche i Lancieri di Aosta, il reggimento della cavalleria italiana che ha prestato di recente soccorso agli immigrati di Lampedusa, e poi gruppi dalla diocesi di Civitavecchia

Il fatto divertente e che ha riscosso clamore, come ce ne sono tanti, positivi,nel pontificato di Papa Francesco, è stato in riferimento al gruppo di studenti della Diocesi di Caserta, presenti insieme al vescovo Angelo Spinillo,  amministratore apostolico della stessa diocesi dal settembre 2013 dopo la scomparsa di mons. Farina: dunque “pro tempore” fino alla fine dell’anno pastorale.

Ebbene il Papa, dopo aver sentito l’accorata risposta dei casertani quando è stata nominata la loro presenza, ha detto: “Rumorosi questi casertani, eh?”.

Questa però è la Chiesa che più volte ha chiesto il Papa argentino, una Chiesa che faccia rumore e quale spirito migliore se non quello del fervore della gente campana?

15 gennaio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *