Il Napoli si aggiudica il Palio di Siena

Cavani ed Hamsik i fantini azzurri.

È già festa prima di iniziare con i fuochi d’artificio e l’inno della Champions. Quello di De Laurentiis un triplice ringraziamento. “Il Napoli è la mamma di tutti i tifosi” ha dichiarato il patron a centrocampo. Il ciuccio, trasformatosi in un veloce destriero, si aggiudica il Palio di Siena. I fantini del trionfo Cavani ed Hamsik. La Spennacchiera, ovvero la coccarda con i colori della Contrada per la quale si corre, ovviamente azzurra. I contradaioli festanti i tifosi napoletani. Gli sbandieratori rigorosamente partenopei. Una vittoria paliesca e non solo.

Grillo, non Beppe, leader del M5S, ma Fabrizio al 36’ con la maglia numero 87 porta in vantaggio gli ospiti. Primo gol all’esordio in serie A, di esterno sinistro sotto la traversa, anticipando il suo marcatore.

Tre palle gol per Cavani nell’iniziale frazione di gioco: la traversa all’11’, il palo al 15’, un colpo di testa ravvicinato al 23’. L’arciere non di Sherwood ma del Vomero non incide. Calaiò, ex di turno, in campo da titolare, non centra il bersaglio in rovesciata.

Altra musica nel secondo tempo. Insigne rileva Grava, che sfodera una canottiera con una dedica chiara: “Ti Amo”. Fragorosi applausi per chi dalla C alla Champions ha dimostrato un attaccamento forte alla città e alla squadra in questi anni. Sulla traversa di El Kaddouri la 28ᵃ rete di Cavani di testa firma l’1-1 al 28ᵒ minuto del secondo tempo. Infine Hamsik con un delizioso tocco di sinistro regala l1ᵃ rete stagionale al 48ᵒ minuto per 78 punti in classifica. Si scatena l’apoteosi a Fuorigrotta, mentre Iachini scaglia via la bottiglietta dell’acqua.

Nella vita, come sempre, c’è chi piange (Siena, lacerata dallo scandolo MPS, retrocesso in B e penultimo in campionato) e c’è chi ride (Napoli in Champions e al secondo posto). Il mondo va così.

Tutti si chiedono: ultima al San Paolo per Mazzarri e Cavani?

Sulle note de ‘O surdato ‘nammurato giro di campo finale per la squadra che saluta e ringrazia. Significativo e suggestivo l’abbraccio di capitan Cannavaro a Cavani. Resta o va via il Matador? L’ultimo commiato? Chissà. Non è ancora dato sapere.

Nel dopo gara Frustalupi, l’intervistato, glissa sul futuro di Mazzarri e chiede agli intervistatori di parlare di altro. È singolare che i giornalisti si facciano suggerire le domande da fare.Il mistero s’infittisce.

E ora un mercato all’altezza dei sogni dei napoletani per disputare una grande Champions. Tutto il resto si vedrà.

Diego Scarpitti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *