Europa League, il Sassuolo sfotte Cannavaro, che difende i compagni: "Niente contro Napoli. Presa in giro rivolta solo a me"

Il Napoli esce dall’Europa League e il Sassuolo sfotte Cannavaro, che però difende i compagni: “Presa in giro rivolta solo a me”

L’ex capitano del Napoli difende i compagni di squadra “Sfottò rivolto solo a me”. Niente di personale verso la città dopo l’eliminazione dall’Europa League

Ci tiene a smorzare subito le polemiche Paolo Cannavaro, considerato che il video postato, a quanto pare, dallo stesso ex capitano azzurro, nel quale i suoi compagni di squadra del Sassuolo, prendevano in giro lo stesso Cannavaro per l’eliminazione del Napoli dall’Europa League dopo la sconfitta sul campo del Dnipro, di polemiche ne stava facendo nascere eccome.

 

Cannavaro difende i suoi compagni di squadra per lo sfottò dopo l’eliminazione dall’Europa League del Napoli

Ci sono Domenico Berardi, Simone Zaza e altri che, con la scritta Dnipro-Napoli 1-0 sulla maglia, intonano le note di “Quel ragazzo della Curva B”, nota canzone di Nino D’Angelo. E poi un cartello con la scritta “Tutti in piazza per la Finale”. 12 secondi che, arrivati successivamente al video prima postato, poi cancellato, da Marco Storari, portiere della Juventus, in cui, nei festeggiamenti per la qualificazione alla finale di Champions League, si sentiva distintamente urlare un “Napoli merda”, non aiutava di certo a placare gli animi.

 

 

A far ciò, però, è intervenuto, quindi, proprio Paolo Cannavaro, che ci ha tenuto a sottolineare come il video fosse stato girato e postato proprio da lui stesso. E fosse semplicemente uno sfottò fatto tra compagni di squadra e amici. Niente di personale, insomma, contro Napoli e i napoletani.