Il Napoli contro il Frosinone si affida a Higuain e alla legge del San Paolo

Il Napoli contro il Frosinone si affida a Higuain e alla legge del San Paolo

Al San Paolo il Napoli quest’anno non ha sbagliato un colpo: 15 vittorie e 3 pareggi, 45 gol fatti e solo 12 subiti. Nessuno in serie A ha fatto meglio

Un’ultima notte nel bunker inviolabile del San Paolo per darsi poi appuntamento alla notte del 13 settembre, per riascoltare l’inno della Champions League allo stadio napoletano. E’ quello che vogliono i 50.000 tifosi che accorreranno questa sera per sostenere il Napoli nel match con il Frosinone: vincere darà la certezza del secondo posto e i tifosi sono pronti a dimostrare ancora una volta di essere davvero il dodicesimo uomo in campo.

 

Il Napoli questa sera per avere la certezza dei gironi di Champions

Al San Paolo, infatti, il Napoli quest’anno non ha sbagliato un colpo: 15 vittorie e 3 pareggi, 45 gol fatti e solo 12 subiti. Nessuno in serie A ha fatto meglio, visto che la Juventus allo Stadium ha perso la prima di campionato contro l’Udinese. Le 15 vittorie in casa sono già un record assoluto per la squadra azzurra, che ora il Napoli dovrà migliorare ancora, così come le 24 vittorie in totale in campionato che il Napoli dovrà portare stasera a 25. Le sei sconfitte che hanno fatto svanire il sogno scudetto, invece, sono arrivate tutte in trasferta e questo è l’elemento su cui Sarri dovrà lavorare per la prossima stagione. L’ultima fuori, però, è stata la vittoria di Torino che ha consegnato agli azzurri il match ball di sabato che ora la banda-Sarri non può sprecare.

Il tecnico prepara la gara nei minimi dettagli, tenendo alta la concentrazione dei calciatori azzurri: a giocare saranno i titolarissimi, tranne Albiol, squalificato, che sarà sostituito da Chiriches. Ancora 90′ poi ci sarà il rompete le righe a Castel Volturno, con le stelle verso gli Europei e Higuain diretto oltreoceano per la Coppa America, dove non ha una maglia da titolare, ma deve giocarsela con Aguero: “Macinano record e partono alla pari”, ha detto il ct argentino. (Ansa).