IL MISTERO DI LIBERATO

Nessuno conosce la sua vera identità, quale sia la sua faccia, quale sia il suo nome. E’ Liberato uno dei cantanti emergenti di questi ultimi anni, ed è anche uno dei più misteriosi. Eppure questo non sembra interessare alle persone, in quanto in moltissimi lo seguono per la sua bravura.

Un esempio? Il suo concerto a Napoli il nove maggio 2018, alla rotonda Diaz. Moltissime le persone presenti che però, anche questa volta, non sono riuscite a riconoscerlo. Arrivò in barca dal mare, accompagnato da sei sosia che indossavano una felpa identica, con la scritta “Liberato”.

Ha cantato per 45 minuti, in cui ha ripercorso i suoi successi, da Gaiola portafortuna a Tu t’e scurdat’ ‘e me fino a Je te volgio bene assaje. Spazio anche per un omaggio a Pino Daniele, con la cover di Quanno chiove. Alla fine, l’artista ha ripreso la barca e si è allontanato, lasciando gli spettatori a chiedersi: chi si nasconde dietro Liberato? Ebbene sì, a questa domanda non esiste risposta. Come Elena Ferrante, la scrittrice conosciuta per il suo famoso libro “L’amica geniale”, la quale non ha mai voluto svelare il suo volto. Dopotutto interessa o no conoscere la vera identità di Liberato o basta ascoltare le sue canzoni?

Antonia Cimmino
Claudia D’Errico
Salvatore Odesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *