Il Gargano pentito: "Chiedo scusa ai napoletani, interpretate male le mie parole"

Il Gargano pentito: “Chiedo scusa ai napoletani, interpretate male le mie parole”

Il centrocampista uruguagio, Walter Gargano, prova a porre rimedio alla sua intervista rilasciata a una radio messicana in cui ha attaccato Napoli

Non accennano a placarsi le polemiche intorno all’intervista rilasciata in radio da Walter Gargano. Anzi, sia i suoi ex compagni di squadra, che tutti i napoletani, si sono sentiti offesi da quelle parole. Alle quali, però, l’uruguagio ha provato a porre rimedio, con un’intervista rilasciata in esclusiva ai colleghi di CalcioNapoli24. Ecco il testo completo:

“Non riesco a capire come si faccia a dire certe cose come l’aver detto che ‘tutti sono ignoranti’ oppure che ‘la gente fa schifo’. Mi dispiace per tutti gli amici che ho, tutti quelli che realmente mi conoscono sanno cosa penso e sanno cosa ho detto. I miei figli sono e saranno sempre napoletani, perciò avrei bestemmiato anche loro.

 

Gargano: “Chiedo scusa, non volevo mancare di rispetto alla gente”

Chiedo scusa perchè sono stato male interpretato ed avrei mancato di rispetto alla gente che mi ha fatto crescere come persona e come uomo. A Napoli ho messo su famiglia, e sarò sempre grato alla città. Provo solo dispiacere, perchè lì ho tante persone care che per me sono come fratelli, degli hermanos come li definisco io.

Ne approfitto per chiedere scusa a tutta la gente che si è sentita offesa, fa veramente male leggere certi commenti però so che lo fanno per difendere una città alla quale voglio ancora bene. Io sono tranquillo, mi dispiace che certa gente che conosce la persona Walter Gargano ancora tiri fuori dei miei errori per rilasciare qualche dichiarazione contro di me. Mi dispiace che Marek debba sopportare questa cosa a causa mia.

Quando mi hanno chiesto se qualche volta avessi litigato con un compagno di squadra, ho raccontato due cose che mi sono capitate quando sono stato a Napoli. Sono dispiaciuto per ciò che accadde, se potessi tornare indietro non le rifarei. E’ stato uno sbaglio come può capitare a tutti. Dispiace che le mie parole siano state male interpretate. Sto male per ciò che sta accadendo, a causa mia, anche alla mia famiglia”.