Il coraggio di dire no. Lea Garofalo la donna che sfidò la ‘ndrangheta

di Anna Copertino

Il coraggio di dire no, è la storia di Lea Garofalo, la coraggiosa donna che si è ribellata alla ‘ndrangheta, che ha tagliato i ponti con la criminalità organizzata, con la sua stessa famiglia.
Nata in una famiglia appartenente alla ‘ndrangheta, ha visto morire suo padre, suo fratello, i suoi cugini, i suoi amici. Un vero e proprio sterminio compiuto da uomini senza cuore, attaccati al potere e illusi dal falso rispetto della prepotenza criminale.
” Lea ha conosciuto la ‘ndrangheta da vicino: come tante donne, ha subito la violenza brutale della mafia calabrese. Ha denunciato quello che ha visto, quello che ha sentito: una lunga serie di omicidi, droga, usura, minacce, violenze di ogni tipo. Ha raccontato la ‘ndrangheta che uccide, che fa affari, che fa schifo!
È stata uccisa a 35 anni, perché si è ribellata alla cultura mafiosa, che non perdona il tradimento — soprattutto — di una donna e non è guidata da sentimenti di benevolenza umana. ”
Ai microfoni di Roadtv Italia, Paolo De Chiara autore de “Il coraggio di dire no” la Storia di Lea Garofalo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *