forno crematorio

Il Comune ha dato il via libera al completamento del forno crematorio

A breve a Napoli sarà completato il forno crematorio comunale. Per l’assessore Fucito “riveste importanza strategica per l’Amministrazione Comunale”.

Ad agosto 2015 c’era stata l’approvazione della delibera, dove erano stati individuati gli interventi che consentono l’ultimazione del Crematorio comunale e delle opere pertinenti, con il rifinanziamento della spesa finale di euro 1.107.246,72, ora invece la giunta ha approvato la delibera, a firma dell’assessore al Patrimonio Sandro Fucito e del direttore generale Attilio Auricchio, e gli ultimi problemi amministrativi, che ne rallentavano la conclusione dei lavori del forno crematorio, sono stati risolti.

Forno crematorio comunale

L’assessore Fucito, al corrieredelmezzogiorno.it, spiega che “il completamento del forno Crematorio comunale riveste importanza strategica per l’Amministrazione Comunale ed è sicuramente uno dei più importanti obiettivi che si è posta con impegno e lungimiranza – ha spiegato l’assessore Fucito – la riorganizzazione complessiva del Sistema Cimiteri è contraddistinta, tra l’altro, da una serie di interventi sulle infrastrutture cimiteriali al fine di combattere degrado e abbandono; basta ricordare, tra gli altri, i progetti esecutivi degli ampliamenti dei cimiteri di Pianura, di Miano e di San Giovanni, i cui cantieri sono stati aperti dopo l’estate; i lavori di manutenzione straordinaria di ben 4 km. di muri perimetrali del Cimitero Nuovissimo di Poggioreale e del Cimitero Ebraico; i lavori di manutenzione urgente di tutti i servizi igienici e dei gabbiotti di controllo accessi dei Cimiteri centrali, appena terminati; i lavori in corso di manutenzione straordinaria del Grande Ipogeo a Poggioreale; i lavori di manutenzione e bonifica nel Cimitero dei Colerosi nel Quartiere Barra”.