Il Comune dichiara guerra alle deiezioni canine. Ma i padroni dei cani usano sacchetti e paletta? (VIDEO)

Dopo l’entrata in vigore dell’ordinanza comunale firmata dal sindaco lo scorso 18 novembre per il prelievo del Dna dei cani che permetterà di risalire ai padroni incivili che lasciano le feci in strada, le telecamere di Road Tv Italia sono andate al Vomero, quartiere più “imbrattato” di Napoli secondo una ricerca svolta dal Comune, e proprio per questo quartiere pilota nel progetto che ha già visto  i primi controlli con relative sanzioni.

Abbiamo chiesto ai vomeresi con cani al seguito che cosa ne pensano dell’ordinanza, e soprattutto abbiamo verificato che avessero al seguito tutta l’attrezzatura necessaria per ripulire le strade dai “bisogni” del loro cane. Con risultati sorprendenti.

La maggior parte dei padroni dei cani trova eccessiva la strategia scelta dal Comune, ritenendo sufficiente una maggiore sorveglianza del quartiere da parte della polizia municipale, con multe per i padroni incivili beccati sul fatto. Ma molti si dicono anche contenti di questo provvedimento.

In ogni caso, abbiamo constatato che quasi tutti gli intervistati avevano con loro l’apposita paletta o i sacchetti per raccogliere le feci del loro cane. Una buona abitudine avuta da sempre o recentemente appresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *