Il 21 dicembre chiude l'Opg di Secondigliano

Il 21 dicembre chiude l’Opg di Secondigliano

Entro il 21 dicembre gli ultimi pazienti lasceranno l’Opg di Napoli Secondigliano e la struttura sarà riconvertita in reparto penitenziario

Entro il 21 dicembre gli ultimi pazienti lasceranno l’Opg di Secondigliano, denominato “Reparto verde”, e la struttura sarà riconvertita in reparto penitenziario destinato ad accogliere detenuti di media sicurezza. I pazienti troveranno ospitalità nelle nuove Rems situate a San Nicola Baronia e Vairano Patenova, che si aggiungono alla Rems di Mondragone e Rocca Romana.

 

I non residenti all’Ogp di Secondigliano sono stati già trasferiti a seguito delle intese raggiunte con le rispettive Regioni interessate

Ciò è stato possibile, spiega una nota del Dap, grazie alle intese tra il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, curate dal competente ufficio delle misure di sicurezza della direzione generale dei detenuti e del trattamento, e la Regione Campania. Le interlocuzioni dirette tra il Capo dell’Amministrazione Penitenziaria e il referente della Regione Campania hanno definito gli ultimi adempimenti per il definitivo superamento dell’Opg di Napoli e per la presa in carico dei pazienti residenti in Regione.

I non residenti sono stati già trasferiti a seguito delle intese raggiunte con le rispettive Regioni interessate. L’attivazione del nuovo reparto detentivo di Napoli Secondigliano, dotato di ampie aree verdi e di spazi per le attività comuni, offrirà positivi riflessi per il miglioramento trattamentale nelle altre strutture penitenziarie della Campania e di Napoli in particolare.