I 50 anni della Nutella: grande concerto a Piazza del Plebiscito con Mika

Il 18 maggio grande concerto a Piazza Plebiscito per festeggiare i 50 anni della Nutella. Ospite d’onore Mika.

Il 18 maggio potrebbe essere il giorno in cui Piazza Plebiscito si riapre alla musica. La Ferrero ha scelto infatti la meravigliosa piazza partenopea per festeggiare i 50 anni della Nutella. Manca solo l’ok della Sovrintendenza per i beni architettonici, per niente scontato dopo le polemiche dello scorso anno in occasione del concerto di Bruce Springsteen.

Mega-concerto gratuito con Mika

La Ferrero avrebbe intenzione di organizzare un maxi-concerto con grandi artisti internazionali, tra cui spicca il nome del popolarissimo cantautore Mika. Il concerto dovrebbe essere gratuito, in quanto sponsorizzato dalla Nutella. Ma l’idea dell’Amministrazione Comunale è di ampliare i festeggiamenti all’intera giornata, organizzando attività ricreative per i bambini sin dalla mattinata. la Nutella è infatti un marchio mondiale, per cui si vorrebbe massimizzare l’impatto mediatico e turistico dell’evento.

Ferrero sponsor del restauro di Piazza Plebiscito?

L’autorizzazione alla concessione della Piazza da parte del Sovrintendente Cozzolino potrebbe essere facilitata dal fatto che la Ferrero potrebbe sponsorizzare il restauro delle due statue equestri in piazza. In occasione del concerto di Springsteen, a Cozzolino non andò giù il fatto che il concerto fosse a pagamento nonostante la piazza fosse stata concessa gratuitamente agli organizzatori e partì una lunga battaglia legale tra Sovrintendenza e Comune.

La rivalorizzazione della piazza

In tutto questo, a breve dovrebbero partire i lavori di restyling dell’intera area di Piazza del Plebiscito; i fondi del CIPE, oltre tre milioni e mezzo di euro, sono stati già stanziati dal CIPE e resi disponibili.  Il piano prevede  non solo il restauro della basilica di San Francesco di Paola e del colonnato, ma anche il recupero delle cripte sotterranee,destinate ad ospitare eventi e convegni internazionali. Ma De Magistris vorrebbe anche dare impulso commerciale alla Piazza valorizzando le eccellenze artigiane della città.