Il 25 gennaio sarà presentato Guerra Calda, Verità e menzogne sui rischi del clima impazzito, di Gerardo Greco

Sarà presentato sabato 25 gennaio, presso Officina 7, il libro Guerra Calda di Gerardo Greco

Sarà presentato sabato 25 gennaio, presso Officina 7, il libro Guerra Calda di Gerardo Greco

Si presenta sabato 25 gennaio 2020 (ore 12:00), presso Officina 7 (Via San Pietro a Majella, 7 – Napoli) Guerra Calda, di Gerardo Greco. Con l’autore interverrà Francesco Borrelli (Consigliere regionale della Campania). Modera Angela Marino (Giornalista).

In un mondo che ogni giorno conferma le apocalittiche previsioni degli scienziati del clima, Noah e Iskra cercano la verità su chi ha voluto nascondere la schiacciante evidenza del riscaldamento globale. Dalle lande ghiacciate della Siberia dove i signo­ri del gas portano alla luce un tesoro na­scosto e letale, alla New York spettrale mi­nacciata dall’uragano Sandy sino alle coste di Ravenna, erose dal mare che continua a crescere: i due giovani attivisti, nipoti di esuli siberiani, si trovano e si perdono, le­gati dall’emergenza comune di salvare la Terra, finché si è ancora in tempo.

 

Guerra Calda di Gerardo Greco

Intorno a loro gli schieramenti opposti del­la guerra del clima conducono un gioco pericoloso, che riguarda il destino dell’u­manità e di un pianeta in bilico tra azioni di hacker russi, interessi di lobbisti cinesi e conflitti tra esperti. Con la tensione di un thriller e i dettagli di una serrata cronaca sul campo, Gerardo Greco ricostruisce le tappe del Climate­gate che, nel 2009, ha contribuito al fallimento della conferenza di Copenhagen, condannando il termometro a salire in una escalation pericolosa. Una corsa ver­so il baratro che ripercorre i drammatici eventi climatici degli ultimi dieci anni e i cambiamenti che trent’anni fa gli studio­si potevano già leggere nelle sezioni dei tronchi degli alberi fossili. Resta solo una domanda sottotraccia, venata di inquietu­dine e speranza: abbiamo ancora tempo?

GERARDO GRECO (Roma, 1966) è stato corrispondente per la Rai a New York, per 12 anni, dall’11 settembre 2001 in poi. Ha condotto dal 2013 al 2017 la trasmissione Agorà su Rai3. È autore televisivo e radiofonico. È stato direttore di Radio1 e dei Giornali Radio Rai, e poi direttore del Tg4. Per la sua attività giornalistica, tra gli altri riconoscimenti, ha vinto il Premiolino nel 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *