Grazia Berlusconi: il Fatto Quotidiano e Quirinale, botta e risposta

I falchi: il Colle promise la grazia, Quirinale: ridicole panzane

di Redazione

Ancora polemiche sulla questione della “grazia” attribuibile o meno al Cavaliere Silvio Berlusconi. L’ufficio stampa del Quirinale oggi si è scagliato contro il Fatto Quotidiano che in prima pagina ha pubblicato un articolo intitolato: “i falchi: il Colle promise la grazia”, replicando in una nota: “Solo il Fatto Quotidiano crede alle ridicole panzane come quella del “patto tradito” dal Presidente Napolitano. La posizione del Presidente, in materia di provvedimenti di clemenza e’ stata a suo tempo espressa con la massima chiarezza e precisione nella dichiarazione del 13 agosto scorso”.

Nell’articolo in questione viene dunque espressamente insinuato, che il Capo di stato “avrebbe di sua iniziativa, garantito all’ex premier Berlusconi la grazia per la condanna Mediaset”. Sono stati infatti, riportati anche alcuni virgolettati attribuiti all’esponente del Pdl Daniela Santanchè nei quali ritiene che il presidente della Repubblica “ha tradito il patto” e che “non c’è stata la pacificazione promessa”. Di quale patto si tratta? A chiarire le idee è il titolo a pagina quattro: “Il patto con re Giorgio? Silvio graziato a prescindere”.

Anche il leader del Movimento cinque stelle, Bebbe Grillo interviene in merito, commentando sul suo blog che: “Napolitano è stato eletto da Berlusconi di cui ovviamente sapeva ogni pendenza giudiziaria, ma per il Sistema qualunque compromesso è meglio del cambiamento. Poteva essere eletto Rodotà, proposto dal M5S, ma era troppo pericoloso”.

22 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *