Gli ex Fontana e Capparella presentano il Romanzo del Grande Napoli: “Un onore…”

Nella splendida cornice dell’Hermanos Cafè di Casoria, gli ex azzurri Gaetano Fontana e Marco Capparella hanno presentato il libro “il Romanzo del Grande Napoli”, di Dario Sarnataro e Gianpaolo Materazzo, ed. Newton Compton.

Le Mille e una Napoli

Vi ricordate di Biagio Zoccola, calciatore (nomen omen) in forza al Napoli e primo a realizzare un autorete nel girone unico? E di quando il cavallo bianco di Ascarelli si trasformò in Ciuccio? Nemmeno? Allora il Romanzo del Grande Napoli è il libro che fa per voi: il lavoro dei giornalisti Sarnataro e Materazzo ripercorre tutta la storia azzurra, passando per aneddoti e personaggi entrati nel mito come Sallustro, Vinicio, Zoff, Krol, Maradona fino ad arrivare ai giorni nostri, con la rinascita dell’era De Laurentiis. Nel libro ci sono anche loro, Gaetano Fontana e Marco Capparella, anche se il primo stenta quasi a crederci: “Quando mi è stato donato questo libro, che Dario ha firmato con la sua dedica personale, ho visto la copertina e ci ho trovato l’immagine di Maradona. Ho pensato a quanto sono stato fortunato ad indossare la stessa maglia del più grande di sempre. Giocare a Napoli è davvero speciale. Un mio caro amico tempo fa mi disse che un calciatore non può sentirsi tale se non ha giocato con l’azzurro. Posso dire senza dubbio che aveva ragione”.

“No questa la tiro io”

Non poteva mancare poi l’aneddoto che vide protagonisti proprio i due ospiti, con il finto litigio per la punizione poi trasformata dal centrocampista contro la Sangiovannese al San Paolo: “Era tutto preparato. Una messa in scena per disorientare gli avversari. Durò qualche secondo e il nostro pubblicò si spazientì anche, ma un po’ ce l’aspettavamo. Fu una cosa bellissima quando il tutto si finalizzò con il gol”.