Givova Napoli sconfitta da Barcellona nel Trofeo Renault per 91-95 (VIDEO)

Gli azzurri vengono sconfitti davanti al pubblico amico dai siciliani. Per Napoli domani finale per il terzo posto contro Forlì

Sconfitta per la Givova Napoli contro la Sigma Barcellona nella seconda semifinale del Trofeo Renault (alle 18 Agrigento ha battuto Forlì). I siciliani vincono per 91-95 al termine di una partita combattuta punto su punto e decisa solo nel quarto finale.

Grande equilibrio in campo

Contro il suo passato recente (guida dei siciliani nella seconda parte della scorsa stagione) coach Calvani deve fare a meno di Traini, infortunato, con il play Nunzio Sabbatino, fresco tesserato, nel quintetto titolare insieme a Jackson, Ganeto, Brooks e Allegretti. Sin dalle prime  battute la partita verte sull’equilibrio, con le due squadre a lottare punto su punto. Dopo i primi 10′ chiusi sul 18-18, sono i siciliani ad andare al riposo lungo sul 38-42.

Jackson sugli scudi

Nel terzo quarto tuttavia gli azzurri sfoderano il tiro dalla distanza chiudendo, grazie a due triple sul finale di quarto, sul 68-61. Jackson, schierato all’occorrenza anche da playmaker, prova a trascinare i suoi ma la Sigma non molla e complice anche il calo di Napoli riesce a trovare il vantaggio sufficiente a chiudere la gara con la vittoria, nonostante ancora una tripla di Jackson renda il finale incerto e avvincente.

Per Napoli domani ci sarà la finale di consolazione contro Forlì alle ore 18, mentre alle 20,30 Barcellona e Agrigento si affronteranno nella finale per il 1° posto.

Balbi: “Puntiamo ai Play-off”

Prima della gara ai nostri microfoni il Presidente Maurizio Balbi:

“Dopo la scorsa stagione, che è stata un anno di rifondazione, approcciamo questo secondo anno ancora nel solco della progettualità e della crescita. Preferiamo ingaggiare profili che permettano a tutta la società di crescere, basti pensare a coach Calvani, una garanzia per noi. Dal punto di vista degli obiettivi, anche a detta di coach e Gm, abbiamo una squadra che sulla carta è da Play off, ma sappiamo tutti come in un campionato dove a salire di categoria direttamente è una sola squadra i play off sono una lotteria. L’anno scorso siamo riusciti a riportare il pubblico al palazzetto, quest’anno i napoletani non hanno alibi, nel senso che noi abbiamo fatto tutto il possibile per crescere e migliorare ed ora i tifosi devono dimostrare davvero di tenere alla squadra”