Givova Napoli Basket: a Palazzo San Giacomo la presentazione ufficiale della squadra

Gli azzurri di coach Calvani, domenica 5 ottobre, affronteranno Ferentino nella prima gara stagionale di A2 Gold. A Palazzo San Giacomo la presentazione del roster

La Givova Napoli Basket riparte per una nuova ed entusiasmante stagione di A2 Gold: dopo la meritata salvezza dello scorso anno, la squadra azzurra, sotto le direttive del coach Marco Calvani, affronta domenica 5 ottobre al PalaBarbuto di Napoli la FMC Ferentino, nella prima gara stagionale. A Palazzo San Giacomo, con la cortese attenzione del Sindaco Luigi De Magistris, la società azzurra ha presentato il nuovo roster.

Sindaco De Magistris

“Oggi è una giornata speciale, vedere tante persone per un evento sportivo è importante” ha evidenziato il Sindaco di Napoli. “Il mio in bocca al lupo va alla squadra ed al coach, splendida la sinergia con Amnesty e il richiamo agli imprenditori delle aziende del sud. Sarò sempre un nemico dei <prenditori>, che non investono nella nostra città. Vorrei realizzare, entro la fine del mio mandato,il PalArgento. Bisognerebbe aprire anche la zona della base Nato, a Bagnoli, che è piena e zeppa di impianti sportivi. Non capisco perché il Presidente della Regione non firmi un protocollo già avviato. Anche lo stadio Collana verte in condizioni particolari. Il Comune di Napoli ha avuto, fino ad ora, il comodato d’uso da parte della Regione Campania. In modo sorprendente, la stessa Regione ha ritenuto di escludere il Comune dalla futura gestione dell’impianto, creando un bando. Di fronte alla mia protesta vibrante, il Presidente ci ha assicurato che lo ritirerà”.

Maurizio Balbi, Presidente Givova

“Essere qui dopo un anno è davvero molto importante” ha esordito il patron azzurro. “Ogni anno le nostre partnership aumentano sempre più e cio’ permette di far accrescere il nostro progetto. Oggi è un giorno di festa per tutto il Napoli Basket e per la città che, oggi, ha una squadra da tifare”.

Ing. Dario Boldoni

“Siamo ad un passo dalla presentazione dello studio di fattibilità per il PalArgento. Dal 1960, ovvero dall’inaugurazione del San Paolo, è la prima volta che parte uno studio di fattibilità per la realizzazione di un palazzetto. Da qui a 10 giorni protocolleremo lo stesso, al momento è già pronto” ha dichiarato l’Ing. Boldoni. “Con questa amministrazione e con questi professionisti, il basket puo’ raggiungere importanti livelli. Sono molto ottimista, stiamo andando avanti per il verso giusto”.

Fabio Muro, Amministratore Delegato

“Anzitutto voglio ringraziare il Sindaco e tutta l’amministrazione comunale per cio’ che fanno, a partire dall’agibilità del PalaBarbuto, nonché coach Calvani e chi lavora al progetto Napoli Basket”.

Manfredo Fucile, Presidente FIP Campania

Tra le autorità presenti, anche il Presidente FIP Manfredo Fucile: “A Napoli manca ancora il grande basket, ringrazio la dirigenza azzurra per i tanti sacrifici fatti fino ad oggi. La Federazione e il comitato vi sono vicini. In bocca al lupo. Coach Calvani è un grande allenatore che vive la città”.

Marco Calvani, coach Givova Napoli Basket

“Ringrazio la società nella figura della famiglia Balbi-Muro per la continuità del progetto” ha evidenziato invece coach Calvani. “Sono contento di aver scelto Napoli, lotteremo al 100% in campo. Sono orgoglioso di allenare questa squadra e convinto di fare bene”.

Giovanni Acanfora, Presidente Givova

“La collaborazione con il Napoli nasce non solo per il buon rapporto con la squadra azzurra, ma per dare anche un messaggio alla città. La Givova è un’azienda napoletana, dobbiamo dare vigore alle attività del sud”.

Stefano Pratesi, Amnesty International

Tra le tante partnership, anche Amnesty International avrà un ruolo di primo piano nel progetto Giovova Napoli: “La partnership è stata fortemente voluta dalla società del Napoli, nella figura del General Manager Mirenghi che ha voluto fortemente il nostro marchio sulle maglie” ha dichiarato Stefano Pratesi, responsabile della nota organizzazione per la difesa dei diritti umani. “Noi diciamo no alla discriminazione e lo sport puo’ essere un mezzo fondamentale per qualsiasi forma di lotta”.