Giustizia, Meritocrazia Italia: “Preoccupa il silenzio delle istituzioni”

Le proposte di Walter Mauriello, presidente di Meritocrazia Italia “per riconsegnare alla Magistratura quella dignità che le spetta secondo Costituzione”.

“La clamorosa evidenza di contaminazioni al buon funzionamento del sistema Giustizia, che minano
l’imparzialità di giudizio e la purezza della missione, impone interventi immediati e decisi per
riconsegnare alla Magistratura quella dignità che le spetta secondo Costituzione”.

Lo afferma Walter Mauriello, presidente di Meritocrazia Italia che per questi motivi reputa essenziale, anzitutto e tra l’altro, un immediato e integrale azzeramento dell’attuale vertice dell’ANM; la predisposizione di una riforma di settore che investa l’assetto costituzionale dell’ordine giudiziario e la struttura del CSM; una ridefinizione dei meccanismi di progressione della carriera in Magistratura; un impulso immediato alla riforma sulla separazione delle carriere dei magistrati; il divieto dell’assunzione di incarichi politici da parte dei magistrati fuori ruolo, con revoca immediata di quelli al momento in essere.

Meritocrazia Italia auspica altresì un intervento del Presidente della Repubblica, che, nel rispetto del
proprio ruolo, si faccia garante del rispetto dei principi fondamentali e dell’equilibrio dell’Istituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *