giulio murolo

Giulio Murolo: morto il killer della strage di Secondigliano

A tre giorni dal tentato suicidio, muore all’Ospedale Loreto Mare Giulio Murolo, l’autore della “strage di Secondigliano” dello scorso 15 maggio.

L’infermiere 49enne Giulio Murolo ha tentato il suicidio tre giorni fa nel carcere di Poggioreale, ingerendo un grosso quantitativo di medicinali. Lo scorso 15 maggio, si era reso protagonista della strage di Secondigliano in cui uccise 5 persone e ne ferì altre 6 sparando all’impazzata dal suo balcone in via Miano. Oggi pomeriggio, intorno alle 15.00, l’ex infermiere è morto in seguito a complicazioni.

Giulio Murolo muore a tre giorni dal tentato suicidio:

Dopo aver ingerito i farmaci, Giulio Murolo era stato trasportato d’urgenza all’Ospedale Loreto Mare dopo essere stato soccorso quando i suoi compagni di cella hanno lanciato l’allarme. Ricoverato nel reparto di Medicina, il 49enne risultava grave ma non in pericolo di vita. Ieri notte, però, una crisi cardio-respiratoria ha aggravato le sue condizioni, portandolo al decesso di oggi pomeriggio.