E’ il giorno di Callejon: lo spagnolo si presenta in conferenza stampa

Rafa Benitez lo ha voluto a tutti costi. “Perché sarà un giocatore fondamentale per noi. E potrà segnare dai 10 ai 20 gol” ha detto il tecnico spagnolo del suo pupillo José Maria Callejon.

 

Oggi alle 12 è stato presentato ufficialmente a Dimaro, anche se i tifosi hanno avuto modo di vedere già nei primi giorni di ritiro le sue splendide giocate. Callejon, nato l’11 febbraio 1987, ha 26 anni ed è stato acquistato a titolo definitivo per 8,5 milioni dal Real Madrid, dove era molto stimato da Mourinho.

“Il Real Madrid è il passato, ma posso dire che diversi miei ex compagni mi hanno chiesto informazioni di come si sta qui. Ho scelto di venire a Napoli per Benitez e per la Champions, il mio obiettivo è far vincere lo scudetto a questa città”, le prime dichiarazioni dell’esterno offensivo che col Real ha vinto la Liga 2011-2012

Dalle Merengues, oltre a Callejon, lo raggiungerà presto anche anche Raul Albiol, centrale di difesa, e si punta poi tra le varie scelte anche a Gonzalo Higuain, come sostituto di Cavani.

“Ho ottimi rapporti con tutti i giocatori del Real e speriamo che ne arrivi qualcun altro. Mi hanno chiesto del Napoli e io ho detto che mi sto trovando bene. – ha spiegato il ragazzo .

Può giocare in tutte e quattro le posizioni d’attacco del 4-2-3-1, per ora nelle partitelle a Dimaro è stato schierato come ala sinistra alternandosi con Insigne, mentre a destra si sono avvicendati Mertens e Tutino, al centro della trequarti invece Pandev e Hamsik.

“Il giocatore a cui mi ispiro è Cristiano Ronaldo, è stato mio compagno per anni e faccio riferimento a lui perché è il giocatore perfetto: lo preferisco anche a Messi. Ho trovato un gruppo in gamba, tutti hanno voglia di lavorare e c’è entusiasmo. Il Napoli non è una squadra di singoli ma un collettivo, però se devo scegliere dico Hamsik; mi è sempre piaciuto, sono contento di giocare al suo fianco”.

Sulla stagione che lo aspetta ha poi dichiarato: “Sarebbe un grande piacere incontrare nel girone di Champions il Barcellona e vincere contro di loro. Riguardo il campionato, mi sono reso conto dal mio arrivo al Napoli che abbiamo il ruolo di anti-Juventus, speriamo di lavorare bene e batterli”

Nell’anno del mondiale punta a giocare tanto per ambire anche a un posto in Nazionale.

A buon rendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *