Giornata della Memoria, conto alla rovescia per le iniziative in città

Tante iniziative a Napoli per ricordare la Shoah

di Sara Di Somma

Napoli – Il 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria,  un giorno che dal 2000 l’Italia ha dedicato al ricordo di uno dei periodi più bui della storia dell’umanità, per non dimenticare e ripercorrere attraverso testimonianze, confronti e documenti dell’epoca lo sterminio della popolazione ebrea ad opera della Germania di Hitler. Come ogni anno a Napoli si moltiplicano le iniziative che, in alcuni casi, dedicano alla memoria non soltanto un evento, ma una serie di momenti di riflessione che durano una settimana o anche un mese.

E’ il caso del ciclo di incontri organizzato dall’ArciMovie a Ponticelli, dove per un mese al cinema Pierrot saranno organizzate proiezioni sulla tematica della Shoah per le scuole del territorio, ma anche quello della V edizione di “Memoriae”, un progetto della Fondazione Valenzi e dell’Associazione ALI, che propone una settimana di iniziative. Dal 23 gennaio al 1 febbraio 2014 gli incontri saranno dislocati in diversi punti della città: dal centro – presso il Teatro Augusteo e l’Istituto Goethe tra gli altri – alla provincia – Marano, San Giuseppe Vesuviano – fino a Salerno, la storia della Shoah sarà protagonista non solo per mantenere vivo il ricordo di quanti ne hanno vissuto le sofferenze sulla propria pelle e ne portano ancora coraggiosamente le cicatrici, ma anche per offrire alle nuove generazioni un’opportunità di rileggere la storia alla luce dei fatti dell’attualità, in un’epoca in cui il razzismo, le discriminazioni e i pregiudizi sfociano ancora troppo spesso in condotte vergognose e finanche violente.

Molte le scuole coinvolte nelle iniziative, mentre il comune di Napoli ha organizzato, in collaborazione con la Comunità ebraica un evento in piazza Plebiscito, che in caso di pioggia si terrà all’interno della Galleria Umberto I: alle 17.30 è in programma la proiezione del film “Train de vie” di Radu Mihaileanu e alle 19.30 un’esibizione del fisarmonicista Generoso Veglione; alle 20.00 sarà il momento delle letture di Mariano Rigillo – sette testi poetici sul tema della Shoah – e, alle 20.30, a chiudere la serata l’esibizione “Movimenti coreografici su Arnold Schoenberg: A Survivor from Warsaw (un sopravvissuto da Varsavia), a cura dell’Accademia Popolare di Danza e dell’Associazione Napoli Capitale Europea della musica. Mariano Rigillo si è detto orgoglioso di partecipare nuovamente alle iniziative per il 27 gennaio: “più passa il tempo e più si ha il dovere di ricordare – ha dichiarato – Il violento rinascere di episodi razzisti in genere ci deve far responsabilmente riflettere. E’ necessario che le nuove generazioni sappiano e prendano energicamente le distanze da quanto accadde e  mai più dovrà accadere”.

23 gennaio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *