Borriello e Bertolacci, poi la rimonta laziale e infine Rigoni al 95′! Genoa-Lazio 3-2!

La Lazio dice addio a qualsiasi ambizione scudetto dopo una partita folle, dove rimonta due gol ma poi affonda nei minuti di recupero.

La partita parte lenta, poche azioni e poche verticalizzazioni, ma si infiamma dopo un quarto d’ora.

Borriello tira al volo di sinistra da calcio d’angolo e batte un incolpevole Marchetti. I biancocelesti subiscono il colpo e non riescono a contrattaccare. Il Genoa comanda nettamente il gioco. Al 21′ infatti il Genoa bissa il vantaggio con Bertolacci che sigla il 2-0 con un gol molto bello, va via a Radu e lascia partire un tiro da 25 metri. Marchetti anche questa volta non può nulla.

Per assistere alla reazione degli uomini di Petkovic bisogna a spettare addirittura il 44′, ma è una reazione sterile, il tiro di Gonzalez su assist di Ledesma va altissimo.

Altra tegola su Petkovic che deve fare a meno di Klose per una contusione al ginocchio, al suo posto c’è Kozak. La musica non cambia, al 7′ del secondo tempo Borriello sfiora il terzo gol. Al 13′ però la Lazio finalmente si sveglia e accorcia le distanze con Floccari. Gran botta con palla che finisce sotto la traversa e in gol.

Al 17′ Brocchi entra al posto di Ledesma ma si infortuna dopo sette minuti, viene sostituito da Pereirinha, che debutta con la maglia della Lazio. Al 29′ grande occasione per la Lazio, gran tiro di Konko, ma Frey compie un miracolo. La Lazio adesso spinge e cerca fortemente il pareggio, i biancocelesti diventano padroni del gioco.

Al 34′ il forcing laziale dà i suoi frutti grazie ad un rigore segnato da Mauri, concesso per fallo di Borriello su Kozak. Ultimi minuti molto intensi, con il Genoa che si rifà sotto. Al 41′ Kucka colpisce la traversa con un colpo di testa. Nei minuti di recupero c’è la beffa per la Lazio che sperava di uscire almeno indenne dallo stadio Luigi Ferraris, dopo una bruttissima partenza. Al 49′ Rigoni sigla il gol del 3-2 finale.

Il Genoa con 21 punti è ancora invischiato nella lotta per non retrocedere ma è quartultima approfittando della sconfitta del Pescara. La Lazio è a -6 dal Napoli e -9 dalla Juventus. Ringrazia il Siena per la vittoria sull’Inter.

 

Michele Longobardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *