Galatasaray-Juventus: il gol di Snejder e l’Uefa sbattono la Juve in Europa League

di Michele Longobardi

 

Farsa turca! La Juve non accede agli ottavi, ma non si poteva giocare.

Un gol di Snejder all’85’, un diagonale che sorprende Buffon e manda i turchi agli ottavi di Champions e la Juventus in Europa League. Una farsa durata due giorni, certo, la Juventus dovrebbe mangiarsi le mani per il pareggio in Danimarca contro il modesto Copenaghen e per la vittoria buttata a Torino all’ultimo secondo, proprio contro il Galatasaray. Ma se si gioca una partita decisiva di una competizione Uefa in queste condizioni, c’è qualcosa che non va.

Addetti turchi che passano con i rastrelli usati nella guerra in Crimea, teloni che spariscono, tetto che non viene chiuso, serpentine non funzionanti o, peggio, non accese appositamente. Il campo su cui si è giocato oggi una partita di una competizione che dovrebbe essere d’élite, farebbe impallidire il pantano di Perugia. ”This is not football”, come ha detto Antonio Conte all’arbitro Proenca. Un’oscenità in eurovisione.

Il commento tecnico è inutile, poche azioni da gol, una con Drogba che impegna Buffon, poi Marchisio al volo con Muslera che para facile e all’85’ il gol di Snejder che manda la Juve in Europa League. Altri commenti sono superflui, non ce la sentiamo di darne, non è stata una partita di calcio. La Uefa rifletta bene, una competizione d’élite sta diventando una barzelletta. No, oggi lo possiamo proprio dire, this is not football.

 

11 dicembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *