Furto alla Leopardi: ennesimo sfregio alla scuola (VIDEO)

A Fuorigrotta si perpetuano episodi incresciosi a danno del 39° Circolo didattico.

Un colpo al futuro, un colpo alla Leopardi. Un record tristemente negativo, un primato di cui non andare certamente fieri. In due anni decimo furto alla scuola fiore all’occhiello di Fuorigrotta. Sfregiata la comunità scolastica per l’ennesima volta. I ladri si sono introdotti indisturbati nell’edificio e hanno bucato il sistema di videosorveglianza, tirandone i fili. Rubati i proiettori e lavagne multimediali. Episodi che si ripetono con troppa frequenza. A danno dei 950 alunni e del 39° Circolo didattico.

La Procura della Repubblica di Napoli monitora la vicenda. Le indagini sono in corso. Ipotesi al vaglio degli inquirenti. Si pensa a qualche talpa. Non si esclude nulla. Purtroppo si registrano in un biennio le nefaste e ripetute scorribande dei malviventi, che hanno preso di mira l’istituto della X municipalità.

Nonostante il notevole danno subito, non si arrestano le innumerevoli attività della scuola. “Sono dispiaciuto e al contempo provo rabbia per quanto accaduto” commenta il dirigente scolastico Armando Sangiorgio. “Atti del genere non frenano il nostro operato. Ripartiamo con rinnovata energia”. Se l’esterno dell’edificio e la facciata sono ancora in fase di rifacimento – estenuanti attese di cinque anni per i lavori e il completamento degli stessi- le quattro aule informatiche, i laboratori di musica, di teatro, di lingua inglese, la pedana di scherma continuano a formare i piccoli discenti. Così come il prezioso archivio storico del 1906 conserva intatta la memoria di un quartiere e di una grande comunità cittadina.

L’educazione alla vita, alla legalità, ad un’esistenza dignitosa non ammette pause di alcun tipo. Al di là dei soliti disturbatori dell’armonia.