Salvini

Fuorionda De Luca contro de Magistris: la risposta del questore di Napoli

Fuorionda De Luca contro de Magistris: il questore di Napoli, Antonio De Iesu, affida la propria ricostruzione dell’incontro con il governatore ad una nota

Non posso credere a quello che ho visto e sentito. Attendo e spero che in serata arrivi una dichiarazione del Questore di Napoli“. Così il sindaco Luigi de Magistris sul video di OmniNapoli, che cattura un fuorionda tra il governatore De Luca e il deputato del Pd Impegno. Nel video De Luca riferisce che il neoquestore di Napoli De Iesu gli avrebbe detto che “la città non è cambiata affatto, anzi è peggiorata e questo (riferendosi al sindaco) ha governato come un pazzo“. Nel fuorionda De Luca se la prende anche con il Pd locale, che per lui non si oppone in modo efficace a de Magistris: “Scegliamo quattro, cinque cose come punti di attacco, dobbiamo insistere in maniera ossessiva“. “E sul trasporto dei disabili non diciamo nulla? ma voi siete una banda di imbecilli“.

 

Fuorionda De Luca contro de Magistris: “Non posso credere a quello che ho sentito”

Non posso credere – ha affermato de Magistris, a margine del Consiglio comunale – che il Questore di Napoli abbia riferito al presidente della Regione, in un incontro istituzionale, quelle cose sul sindaco di Napoli. Non tanto – ha evidenziato il sindaco – in merito al giudizio sulla città che potrebbe essere personale, ma quando fa un passaggio dicendo che avrei governato come un pazzo“. “Quanto ho sentitoprosegue il sindacoconferma quello che abbiamo sempre detto rispetto al profilo assolutamente non istituzionale del presidente De Luca“. De Magistris definisce “ossessivo” il modo in cui, nel video, il presidente della Regione dice a Impegnodobbiamo individuare dei punti per colpire e attaccare“.

 

 

Fuorionda De Luca contro de Magistris: le parole del questore De Iesu

Nel corso dell’incontro con il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, “non ho evidenziato considerazioni negative sulla gestione amministrativa e politica del Comune, consapevole delle difficoltà di amministrare una città complessa, anche dal punto di vista degli aspetti di criminalità ancora persistenti, e per la circostanza che per dieci anni sono stato assente dal territorio”. Il questore di Napoli, Antonio De Iesu, mostra con queste parole la sua ricostruzione dell’incontro avuto con il governatore campano.

In merito al colloquio tra il presidente della Regione De Luca e l’onorevole Impegno in un fuorionda, desidero evidenziare cheha aggiunto il questore il contesto che ha caratterizzato l’incontro con il governatore nel mio ufficio riguardava il sostegno espresso nei confronti delle forze di polizia per i fatti dell’11 marzo a Fuorigrotta (corteo contro Salvini, ndr). A tal riguardo ho espresso il mio rammarico per la mancata solidarietà offerta dall’amministrazione comunale in favore dei 27 agenti delle forze dell’ordine coinvolti negli incidenti”, ha concluso De Iesu.