Fuorigrotta, nella stazione Mostra della Cumana i murales del Napoli: da Maradona ai “traditori” Sarri e Higuain

Sarà inaugurata sabato la “nuova” stazione della Cumana, che cambierà nome in “Mostra-Stadio Maradona”.

Ci sono tutti, anche se Maradona c’è due volte. Sono i personaggi che hanno fatto la storia del Napoli. E sono tutti ritratti nei nuovi murales della stazione “Mostra” della Cumana, che da sabato cambierà nome in “Mostra-Stadio Maradona”. La prima dedica al compianto campione argentino fatta dalla Regione Campania, attraverso Eav. Battuto sul tempo il Comune, che a maggio 2021 prevede di intitolare sempre a Maradona la stazione della Linea 6.

Ma la stazione della Cumana c’è già ed è bastato solo cambiarle il nome. L’inaugurazione avverrà sabato a piazzale Tecchio, con il governatore De Luca, il presidente del Napoli De Laurentiis, il presidente dell’Eav Umberto De Gregorio, il presidente della Camera di commercio Fiola e alcuni calciatori del Napoli.

Trecento metri di banchine al piano meno uno della stazione Eav, colorate d’azzurro, attraverso i volti dei più grandi, che riportano alla memoria momenti felici e qualcuno anche meno. Impossibile non notare il numero 9 di Gonzalo Higuain nella rovesciata che gli consegnò il record di gol in una sola stagione in Serie A. Così come non meno male fa rivedere Maurizio Sarri. Anche lui “core ‘ngrato” passato dall’azzurro alla Juventus. Ma c’è anche Gattuso, De Laurentiis. Ci sono gli eroi del passato come William Garbutt, uno dei primi allenatori, Antonio Vojak, Vinicio, Bianchi, Bigon, Bagni, Sivori, Careca, Krol, fino a Insigne, Hamsik e Koulibaly.

Un progetto, come riporta ‘Repubblica’, nato più di un anno fa da un’idea di Salvatore Velotti della Inward, l’osservatorio sulla creatività urbana che si dedica all’arte di strada sul territorio. Il lavoro è cominciato più di un anno fa, dallo studio delle foto dell’archivio Carbone, spulciando tra i materiali della società calcistica. Dallo scorso luglio si lavora nella stazione e in questi giorni siamo agli ultimi ritocchi.

Su ciascuna immagine ci sarà un Qr Code. Un numero da digitare per chi vuole saperne di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *