FUMATA NERA, DELUSIONE IN PIAZZA!

È stata celebrata in mattinata la “Missa pro eligendo romano Pontefice” nella basilica di San Pietro a Roma dal cardinale decano, Angelo Sodano, che ha ricordato che l’amore è “l’atteggiamento fondamentale dei pastori della Chiesa” , osservando che questo vale soprattutto per il successore di Pietro, Pastore della Chiesa universale, invitando tutti a pregare affinché il futuro Papa possa continuare il servizio di carità dei suoi predecessori, promuovendo senza sosta la giustizia e la pace.

Nel pomeriggio, alle 16,30 circa, i 115 cardinali elettori sono entrati nella Cappella Sistina, dopo aver intonato il “Veni Creator”, hanno pronunciato la formula di adesione, prescritta per l’inizio del Conclave.

Terminato il giuramento, il mons. Guido Marini, maestro delle Cerimonie liturgiche Pontificie, ha pronunciato l’extra omnes, ordinando a tutti coloro che non sono chiamati all’elezione del nuovo Pontefice di uscire, chiusa la porta della Cappella Sistina dall’interno, ha dato il via al Conclave.

Ma se con l’intimazione del “fuori tutti” i cardinali vengono lasciati da soli all’interno della Sistina, all’esterno, in Piazza San Pietro, migliaia di persone sono giunte e molte ancora arriveranno nelle prossime ore per accogliere il futuro Papa, e accompagnare le votazioni dei porporati con la preghiera.

Secondo le prime stime della questura saranno 150mila le persone attese in questi giorni in Piazza San Pietro e il questore capitolino, Fulvio Della Rocca, ha dichiarato che “la guardia resta alta perché l’evento è di portata mondiale”; assicurando la massima sicurezza non solo durante il Conclave, ma anche durante la cerimonia di intronizzazione del nuovo Pontefice, senza tralasciare la discrezione, dichiarando che le misure saranno molto attente senza però blindare la piazza.

Ed è proprio da Piazza san Pietro, che alle 19,41 è echeggiato un boato attraverso il quale le migliaia di persone presenti hanno espresso la loro delusione per la fumata nera, che dal comignolo della Cappella Sistina ha rinviato “i lavori” al prossimo turno di votazioni, previsto per domani mattina.

Diego De Vellis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *