Frecciarossa 1000: Il Presidente Mattarella inaugura il treno dedicato a Pietro Mennea

Frecciarossa 1000: Il Presidente Mattarella inaugura il treno dedicato a Pietro Mennea

Alla presenza del Presidente della Repubblica, inaugurato il nuovo “Frecciarossa 1000” di Trenitalia. Il 14 giugno comincerà il servizio commerciale

“A parte il discorso sulla bellezza e l’antichità preferisco il nuovo Frecciarossa 1000 perché il vecchio treno storico del Quirinale era per una sola persona, mentre il nuovo è per tutti”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in visita al treno storico della presidenza della Repubblica, esposto a Milano, a chi chiedeva se preferisse quel treno o il nuovo Frecciarossa 1000, ieri al suo viaggio inaugurale.

 

Il nuovo Frecciarossa 1000 comincerà il servizio commerciale il 14 giugno

Il nuovo Frecciarossa 1000 di Trenitalia “comincerà il servizio commerciale il 14 giugno”. Lo ha detto il presidente del gruppo Fs, Michele Mario Elia, a margine del primo viaggio inaugurale del supertreno. “Il 14 giugno, con il cambio dell’orario, inseriremo otto nuovi treni insieme agli attuali Frecciarossa”, ha spiegato Elia, senza sbilanciarsi sui tempi di percorrenza della tratta Roma-Milano: “Parliamo di comfort, sicurezza, servizio d’eccellenza – ha affermato – quello che avverrà a fine anno quando completeremo il processo omologativo per far viaggiare il treno a 350 Km/h lo verificheremo sul campo”.

Il primo Frecciarossa 1000 è stato battezzato con il nome di “Pietro Mennea“, in onore della “Freccia del Sud”. L’atleta italiano, deceduto il 21 marzo 2013, detentore del record mondiale sui 200 metri dal 1979 al 1996.

 

Tutte le caratteristiche del nuovo Frecciarossa 1000 di Trenitalia

I motori sono distribuiti lungo l’intero treno, di lunghezza prevista di 200 m per una capienza massima di 457 posti (più 2 per le persone a ridotta mobilità) in 8 carrozze. Ogni singolo convoglio è dotato di 4 pantografi: 2 pantografi sono per l’alimentazione sotto catenaria alimentata a 25 kV e 2 sono per l’alimentazione sotto catenaria alimentata a 3 kV. Tramite i 16 motori presenti su ognuna delle 8 carrozze che garantiscono la migliore aderenza ai binari, il treno a trazione distribuita può accelerare da fermo a 300 chilometri orari in 4 minuti.

Grazie all’uso di particolari leghe leggere per realizzare casse dei veicoli ed arredi, unitamente a nuovi carrelli, il treno riesce a controbilanciare le forze centrifughe con un migliore rapporto massa/potenza. L’innovativo design della testata riduce la resistenza aerodinamica, migliorando la sicurezza e il comfort degli occupanti del convoglio.

Il singolo convoglio è abbinabile ad un altro gemello, raddoppiando così la capienza complessiva. Scopo del treno per il committente è collegare Roma e Milano in 2 ore e 20 minuti, nonché, data l’elevata interoperabilità, acquisire nuove quote di mercato in Europa. Infatti Trenitalia afferma che potrà viaggiare anche in Francia, Germania, Spagna, Austria, Svizzera, Paesi Bassi e Belgio.