Frasi contro i meridionali, Ruotolo e De Giovanni denunciano Feltri

Il senatore Sandro Ruotolo e lo scrittore Maurizio De Giovanni hanno deciso di agire in sede civile e penale contro Vittorio Feltri

Il senatore Sandro Ruotolo e lo scrittore Maurizio De Giovanni hanno deciso di agire in sede civile e penale contro Vittorio Feltri

Il senatore Sandro Ruotolo e lo scrittore Maurizio De Giovanni hanno deciso di agire in sede civile e penale contro Vittorio Feltri, direttore editoriale del quotidiano Libero. I due hanno deciso di agire in via giudiziale “a tutela – si legge in un comunicato stampa – dei diritti fondamentali delle persone della Campania e del Meridione d’Italia gravemente lesi dal giornalista Vittorio Feltri nel corso della trasmissione televisiva di Rete4 del 21 aprile 2020, condotta da Mario Giordano“.

Ruotolo e De Giovanni citano due frasi dette da Feltri: “Perché mai dovremmo andare in Campania? A fare i parcheggiatori abusivi?” e quella riferita ai cittadini del Meridione che “Non soffrono di complessi di inferiorità, in molti casi sono inferiori“. “A Feltri – commentando Ruotolo e De Giovanni occorre ricordare i due fondamentali articoli della Costituzione: l’art. 3: ‘Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale’ e l’art. 2: ‘La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo’ quale che sia la Regione o zona geografica d’Italia in cui essi vivono. Feltri farebbe bene a studiare la storia del nostro Paese, anche prima dell’Unità d’Italia, e così potrà scoprire quanto poco inferiori siano i Campani e i Meridionali in generale“. I due hanno conferito mandato all’avvocato Francesco Barra Caracciolo di promuovere ogni azione giudiziaria sia in sede civile che penale, con riferimento alla Legge Mancino n. 122/1993 che punisce le manifestazioni di odio anche verbale nei confronti delle persone.

INTERVISTA ESCLUSIVA A MAURIZIO DE GIOVANNI (VIDEO)

4 thoughts on “Frasi contro i meridionali, Ruotolo e De Giovanni denunciano Feltri

  1. Il Presidente Nazionale dell’ordine dei Giornalisti Giancarlo Verna ha chiesto la radiazione dall’Albo :Ma penso dovrebbero essere radiati tanti.Ma siamo in Democrazia!

  2. Bene. Ci sono tutti gli estremi per una denuncia e un processo sia penale che civile. Così sarà un monito anche per altri squallidi personaggi come Feltri che incitano all’odio.

  3. Di certo un’azione di carattere ci voleva, anche se penso che, e ciò che dice lo conferma, Feltri sia figlio di ciò che condanna, un lecchino messo al suo posto per dire quello che il manovratore dei fili (lo vedo come un burattino) non può o non vue dire in prima persona. Chi fa ciò non può che essere figlio dell’ignoranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *