Fontana del Nettuno, la voce fuori dal coro: “Bisogna spostarla”, parola di un architetto

La fontana va collocata in una piazza circolare, dove possa essere ammirato a 360 gradi e fotografato in tutta la sua maestosità, non addossato a un muro e per giunta sotto un palazzo, così la denuncia di un architetto alla nostra redazione

Kathy Bakas è un architetto, e una delle poche voci che si è espressa a favore dello spostamento della fontana del Nettuno che tanto scalpore ha suscitato in questi giorni, soprattutto tra i commercianti della zona, che si sono opposti con forza al cambio di “residenza” della fontana.

La fontana deve poter essere ammirata da tutte le angolazioni

“Voci di interesse di bottega” secondo Bakas, che “nulla dicono sulla sciagurata collocazione attuale, dove la fontana è soffocata dal muro del palazzo Fondi e dalle autovetture in sosta a pochi metri. Tutti gli intellettuali e i conoscitori dei siti monumentali” prosegue Bakas in una lettera aperta alla redazione di Road Tv Italia, “sanno che un elemento circolare di 16 mt di diametro va collocato in una piazza circolare, dove possa essere ammirato a 360 gradi e fotografato in tutta la sua maestosità, non addossato a un muro e per giunta sotto un palazzo che con il suo volume lo schiaccia e ne diminuisce il pregio”.

Quello dei commercianti è un interesse privato

“Faccio appello alla vostra sensibilità di informatori responsabili per promuovere una informazione corretta nel solo interesse del monumento del Bernini e Cosimo Fanzago, di cui la città di Napoli va orgogliosa. Mi rendo perfettamente conto del gran disagio che lo spostamento potrebbe comportare per i commercianti della zona, ma l’assoluta priorità ce l’ha il monumento, che è eterno, e supera ogni interesse privato” conclude la lettera. E a guardare le immagini del progetto, effettivamente non si può non apprezzare la nuova collocazione prevista per la fontana del Nettuno, al centro di piazza Municipio.