Fondi europei, Vincenzo De Luca: "C'è da fare un miracolo in due mesi"

Fondi europei, Vincenzo De Luca: “C’è da fare un miracolo in due mesi”

Come riporta adnkronos, la Regione Campania deve spendere e certificare 1,8 miliardi di euro di fondi europei entro dicembre o rischia di perderli.

Come riporta adnkronos, la Regione Campania deve spendere e certificare 1,8 miliardi di euro di fondi europei entro dicembre o rischia di perderli. E’ lo scenario delineato da una lettera inviata dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti e argomento di una conferenza stampa del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che ha parlato di una situazione “estremamente preoccupante“.

 

Fondi europei: le accuse di De Luca verso le precedente giunta regionale

De Luca ha presentato un report sulla programmazione dei fondi 2007-2013 e sul lavoro della precedente giunta regionale guidata da Stefano Caldoro: “Dei 1,3 miliardi di euro impegnati nel decreto sull’accelerazione della spesa, per la parte riguardante gli enti locali – ha spiegato De Luca – ad oggi la spesa certificata è di 100 milioni. E’ questo il dato che per noi e per l’Unione Europea fa testo ed è il dato più drammatico, perché il meccanismo prevedeva che i Comuni si impegnassero a coprire con fondi di bilancio eventuali decertificazioni della spesa“.

Il risultato, ha evidenziato De Luca, è che “c’è un rischio reale di dissesto finanziario per decine di Comuni campani per colpa di una decisione irresponsabile, conseguente al fatto di aver dormito tre anni senza fare assolutamente nulla“.

 

Fondi europei: il dialogo con il commissario Cretu

Il Governo, ha aggiunto il governatore campano, “ha intenzione di aprire un dialogo con il commissario Cretu con l’obiettivo di avere l’acquisizione di qualche meccanismo di flessibilità. E’ l’unica possibilità che abbiamo per salvare centinaia di Comuni della Campania, altrimenti al 31 dicembre la situazione sarà veramente drammatica“.

De Luca ha poi accennato ai dati relativi ad altri obiettivi operativi: “Per i Grandi progetti – ha detto – dei 2,5 miliardi di euro sono stati spesi 800 milioni, 700 dei quali riguardano la Linea 1 della Metropolitana di Napoli, per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti sono stati certificati 2 milioni di euro, per l’obiettivo Miglioramento salubrità ambiente sono stati certificati 7,9 milioni su 450 milioni, zero su sviluppo sistema logistica, obiettivo ‘Regione in porto’ e sanità“.