foja-castel-sant'elmo

Drop e Ass. Ama presentano Rock @Castel Sant’Elmo/FOJA live

Quando più realtà del nostro territorio collaborano succede che puoi goderti uno dei luoghi più belli di Napoli con un evento che mette d’accordo occhi, palato ed orecchie. Drop e Ass. Ama presentano Rock @Castel Sant’Elmo domani 6 marzo alle ore 20.

L’EVENTO

Si comincia con un ricco buffet e si prosegue con tanta musica live. Guardatevi intorno e noterete che ci sarà il #cuoredinapoli, un’installazione interattiva che richiama una manifestazione più ampia, il Festival del Bacio. Alle ore 21,00 presso l’Auditorium del Castel Sant’Elmo si terrà il concerto dei Foja (Full Heads) e in seguito si ballerà con il vynil set con i “The brilliants, rockheads e ines”. Band e dj hanno in comune vinili e rock.

Qualche mese fa infatti i Foja hanno presentato il vinile “Astrigneme cchiù forte” che racchiude la storia della band (dai brani del primo disco a quelli più recenti) e due cover, la storica Maruzzella (Renato Carosone-Enzo Bonagura) e la new entry Che m’he fatto (Showmen), con le quali hanno reso omaggio alla musica made in Naples. A Castel Sant’Elmo i Foja suoneranno il brano degli Showmen proprio con il batterista del gruppo, Franco Del Prete. Tornano a suonare a Napoli dopo aver girato l’Italia in lungo e largo, da Milano alla Sicilia, con il tour dell’ultimo disco “Dimane torna o’sole”. Tra le ultime novità della band vi consiglio di guardare il loro video Che m’he fatto. La regia è di Dario Calise (aiuto regia Dario Fiore) che ha portato il gruppo in luogo molto importante della nostra città per quanto riguarda la musica: gli studi di Phonotype, la prima casa discografica in Italia. Indossate scarpe comode, ci sarà da ballare per un bel po’di ore, altro che fitness e gym, qui non si scherza! Per acquistare il biglietto online vi basta cliccare qui o presso il botteghino. Dopo il live dei Foja si ballerà con i “The brilliants, rockheads e ines” che ci faranno ripercorrere la storia del rock, dagli anni 50 ad oggi.

L’invito è partecipare e condividere l‘evento, a tutto il resto hanno pensato Drop, l’Associazione Ama e l’Accademia di Belle Arti di Napoli.