Fisciano: studentessa dell’università di Salerno uccisa da un bus

A Fisciano una studentessa è rimasta uccisa davanti l’Università di Salerno. Questa è stata travolta e schiacciata da un bus in manovra.

A Fisciano una studentessa dell’Università di Salerno è stata travolta e uccisa da un bus in manovra

Tragedia stamane verso le 9.00 circa a Fisciano, nelle aree adibite allo stazionamento dei bus sita di fronte il piazzale d’ingresso dell’Università degli Studi di Salerno. Una studentessa è stata travolta e uccisa da un bus in manovra. Non si è pervenuti ancora alla conferma della prima ricostruzione dell’intera dinamica dell’incidente, ma si smentisce in parte quanto in precedenza ipotizzato.

Durante la discesa la ragazza ha urtato contro una porta in chiusura ed è caduta sul manto stradale, dove è stata travolta e schiacciata dal bus guidato dall’ignaro autista. Subito dopo la caduta della ragazza, un autista della Cstp da terra ha segnalato vocalmente senza esito positivo l’immediato pericolo e l’arresto del veicolo, ma l’autista alla guida ha proceduto nella marcia.

L’identità della ragazza

La vittima è stata riconosciuta come la studentessa in Lingue e letterature straniere di 23 anni Francesca Bilotti, originaria di Giffoni Valle Piana. L’autobus in questione è quello della linea Battipaglia-Università, via Pontecagnano e attualmente è stato posto sotto sequestro, mentre l’autista è stato condotto in ospedale per i controlli di prassi; la salma è stata, invece, trasportata all’obitorio di Mercato San Severino.

Inutile il trasporto in ospedale

Inutile è stato il trasporto in ospedale, gravissime erano le condizioni della studentessa. Attualmente Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri sono a lavoro per i rilievi e la ricostruzione dell’incidente. Attualmente la comunità degli studenti è rimasta traumatizzata e dibattiti sono seguiti al triste accadimento.