L'Arsenal chiama Gonzalo Higuain, per il Napoli pronti 40 milioni

Fiorentina Napoli 0-1, gol di Higuain

Un gol dell’argentino piega una Fiorentina troppo rinunciataria nel primo tempo. Nel finale salvataggio sulla linea di Koulibaly

Il Napoli vince a Firenze grazie ad un gol del Pipita nella ripresa, ora è da solo al 3° posto. Terza gara consecutiva senza subire gol per Rafael.

Benitez schiera di nuovo i titolarissimi: rientrano Hamsik e Higuain, in mediana spazio alla collaudata coppia JorginhoDavid Lopez; Montella dal canto suo deve fronteggiare la numerosa serie di infortuni che si è abbattuta sulla sua squadra e schiera il tridente “leggero” IlicicBabacarCuadrado senza però riuscire mai ad imporre il proprio gioco. Il primo tempo è infatti decisamente appannaggio degli azzurri: Insigne sembra in grande spolvero, con due conclusioni molto pericolose all’ottavo ed al quindicesimo minuto. Purtroppo per il Napoli il talento di Frattamaggiore deve abbandonare il campo poco dopo: movimento falso del ginocchio destro e sospetta lesione dei legamenti ad interrompere quella che sembrava una crescita inesorabile.

Tutti colpi del Pipita

Il Napoli continua il suo forcing senza però trovare il gol: Hamsik si lascia ipnotizzare a tu per tu con Neto ed Higuain si vede annullare un gol (giustamente) per fuorigioco. Fortuna che Golzalo non molla: in apertura di ripresa, pur se nel momento migliore dei padroni di casa, Higuain è abile a smarcarsi e trovare l’impatto con il pallone su cross di Maggio, è il 6° gol in campionato. Poco prima un destro di Cuadrado dalla distanza su cui Rafael è costretto agli straordinari.

Viola di rabbia

La Fiorentina non ci sta ed il suo allenatore le prova tutte: entrano Pizarro per Aquilani e Gomez per Ilicic. Il tedesco chiede ed ottiene i cross sui cui fiondarsi: al minuto 80 sfiora la traversa anticipando di testaa un pur attento Koulibaly. La fase difensiva del Napoli è stata nel complesso buona: segnali di  miglioramento per Albiol, qualche imprecisione per il francese compagno di reparto in fase di impostazione. Che Benitez e tutti i tifosi però non fanno fatica a perdonargli: a recupero inoltrato è lui a salvare la sua squadra su  un tiro di Pasqual probabilmente diretto all’angolino.