Fiom: venerdì sciopero generale a Napoli

Il prossimo venerdì, 21 novembre, si terrà a Napoli lo sciopero generale della Fiom. Corteo per lavoro e democrazia

Lavoro, legalità, uguaglianza, democrazia: su queste parole è fondato lo sciopero generale della Fiom, Federazione Italiana Operai Metalmeccanici, che si terrà a Napoli il prossimo venerdì, 21 novembre. Sono previste dagli organizzatori ventimila presenze e cento i pullman da ogni parte della regione Campania che raggiungeranno il capoluogo in mattinata. Si prevede che anche i lavoratori dell’Ilva di Taranto e delle acciaierie di Terni parteciperanno al corteo. Franco Tavella e Federico Libertino, segretari generali Cgil Campania e Napoli, hanno spiegato perché è stato scelto il capoluogo campano per il secondo appuntamento di questa grande manifestazione della Fiom dopo quella di Milano: “Questa non è solo una protesta ma anche un modo per proporre qualcosa che sia un’alternativa a quello che fa il nostro governo. Qui nel Mezzogiorno non si investe da anni e bisognerebbe invertire questa tendenza.

Fiom: sarà una manifestazione pacifica

La manifestazione partirà alle ore 9,30 da piazza Mancini per raggiungere, poi, piazza Matteotti, dopo aver attraversato Corso Umberto I, piazza Bovio, via Sanfelice e via Diaz. Interverranno, sul palco, il segretario confederale Cgil Franco Martini e il segretario generale nazionale Fiom Maurizio Landini che daranno voce ai tanti operai precari, anche loro invitati a parlare. “Vogliamo che la manifestazione di venerdì sia pacifica e ricca di contenuti per dare visibilità alle drammatiche condizioni nella quali versa il Mezzogiorno, penalizzato dalle scelte sbagliate di questo governo“, dice Andrea Amendola, segretario generale della Fiom Campania. La mobilitazione della Fiom andrà anche oltre il 21 novembre con uno sciopero generale del 12 dicembre.