Fallimento Villa Russo, parla Salvatore Basile in cassa integrazione

LUNGOMARE LIBERATO. REDAZIONE ON THE ROAD

Road Tv Italia con la sua redazione “on the road” da la possibilità alle persone, alle associazioni e ai comitati di esporre le loro problematiche e di avere uno spazio sul web.
Oggi intervistiamo Salvatore Basile approfondendo la situazione legata al fallimento della Clinica Villa Russo. Medici ed infermieri della struttura sono oggi in cassa integrazione, e la situazione della casa di cura è al momento ferma. Si fatica ad intravedere spiragli per i dipendenti, relativamente alla loro ricollocazione.
Salvatore Basile è un ex dipendente della clinica convenzionata di Miano,Villa Russo di Napoli. È dal gennaio 2011 che, a causa della dismissione dell’azienda, vive la condizione della cassa integrazione straordinaria, affrontando da quasi due anni una situazione da molti punti di vista insostenibile. L’infermiere racconta di come settecento euro al mese stronchino i sogni, le speranze, di come questa realtà possa spingere ad abbandonare propri progetti, andando avanti per inerzia sperando che la fine dell’incubo arrivi quanto prima. Una realtà drammatica che impone sacrifici e volontà d’animo nel rimettersi in discussione sul mercato del lavoro.
Il progetto di ricollocazione rappresenta la risoluzione promessa e in più di una circostanza paventata a questi lavoratori, che però stenta ad arrivare causa lungaggini burocratiche che ostacolano il suo reale percorso.
Una triste realtà complicata dalla crisi economica che vive il nostro paese e che a troppe persone non permette di vivere una vita normale, mai spensierata e sempre troppo piena di preoccupazioni.
Urge arrivare a risoluzioni concrete quanto prima, al fine di porre un punto alle difficoltà che ogni giorno questi lavoratori sono costretti a subire, di fatto atterriti dalla impossibilità di intravedere uno spiraglio positivo per la costruzione di una vita, seppur semplice.
Di Simona Coppa

Diventa amico di Road Tv Italia su Facebook

Clicca mi piace sulla Pagina di FB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *