Fallimento Polo della Qualità fu programmato. Quattro arresti

Bancarotta Polo della Qualità, quattro arresti

di Redazione

Caserta – Il fallimento della società che mise in piedi il Polo della Qualità di Marcianise, dove per qualche tempo ebbero sede alcune aziende dell’eccellenza della moda, fu dichiarato nel settembre 2010 dal Tribunale di Napoli. Oggi, un’inchiesta per bancarotta fraudolenta avrebbe accertato che fu un dissesto programmato: secondo i magistrati, il default da circa 120 milioni di euro, fu un’operazione ben congegnata.

“In maniera preordinata” sarebbe stata costituita “una società ad hoc allo scopo di acquistare suoli su cui sarebbe stato poi edificato il complesso commerciale Polo della Qualità”. Questo è quanto si legge in una nota diffusa dal procuratore aggiunto Fausto Zuccarelli, in base alla quale quest’oggi sono stati disposti gli arresti domiciliari per quattro persone coinvolte nella faccenda: Guglielmo Aprile, Francesco Pellone, Francesco Di Gennaro e Cesare Bartoli due dei quali con obbligo di dimora. Altre 16 persone risultano idagate a piede libero. Guglielmo Aprile e Francesco Di Gennaro sembrerebbero le menti dell’operazione: avrebbero, infatti, costruito il complesso ad un prezzo gonfiato, lucrando sui profitti e sottraendo denaro ai creditori.

7 gennaio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *